Il “Pizza Expo Salerno” fino a domenica 29 settembre

festa della pizza salerno 2013,pizza expo salerno,parco del mercatello salerno,mercatello,rivendesi salerno,scuola d’arte pizzaioli,pizze senza glutine,pizza senza glutine,gigi&ross,nello iorio,carmine farago,chicco paglionico,neri per caso,alan sorrenti,mukko pallinoE’ iniziato mercoledì 25 settembre e proseguirà fino a domenica 29 settembre ilPizza Expo Salerno“, una vetrina per far conoscere tutto il made in del nostro territorio. Non un semplice evento, ma un vero e proprio format che vuole imporsi sullo scenario nazionale ed festa della pizza salerno 2013,pizza expo salerno,parco del mercatello salerno,mercatello,rivendesi salerno,scuola d’arte pizzaioli,pizze senza glutine,pizza senza glutine,gigi&ross,nello iorio,carmine farago,chicco paglionico,neri per caso,alan sorrenti,mukko pallinointernazionale per offrire la massima valorizzazione all’enogastronomia, all’arte e all’artigianato locale.
La manifestazione, promossa “Rivendesi”, da un’idea dell’associazione “Scuola d’arte Pizzaioli”, si svolgerà a Salerno dal 25 al 29 settembre presso il Parco del Mercatello su uno spazio espositivo di più di 100mila metri quadrati. Oltre venti gli stand dei maestri pizzaioli che ogni sera sforneranno pizze gustose e fumanti. Grande attenzione sarà inoltre rivolta al settore del Senza Glutine, ovvero al problema della celiachia, con un forno dedicato a coloro che soffrono di questo disturbo alimentare.

festa della pizza salerno 2013,pizza expo salerno,parco del mercatello salerno,mercatello,rivendesi salerno,scuola d’arte pizzaioli,pizze senza glutine,pizza senza glutine,gigi&ross,nello iorio,carmine farago,chicco paglionico,neri per caso,alan sorrenti,mukko pallino

Gli organizzatori della manifestazione hanno pensato a tutto per offrire ai loro ospiti una serata all’insegna del gusto e del divertimento. All’interno dello spazio è stato infatti allestito un palco dove ogni sera si esibiranno noti artisti del panorama nazionale. Fra i tanti Gigi&Ross, Nello Iorio, Carmine Farago, Chicco Paglionico, Neri per Caso, Alan Sorrenti. E per i più piccoli è stata attrezzata un’area giochi coordinata dagli animatori di “Mukko Pallino. (comune.salerno.it)

festa della pizza salerno 2013,pizza expo salerno,parco del mercatello salerno,mercatello,rivendesi salerno,scuola d’arte pizzaioli,pizze senza glutine,pizza senza glutine,gigi&ross,nello iorio,carmine farago,chicco paglionico,neri per caso,alan sorrenti,mukko pallinoSalerno Smiling People
Foto: pizzaexpo.it
Video: PizzaExpo Salerno on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

“Piazza San Francesco è diventata per tutti Piazza Varsavia” di Maria Serritiello

piazza san francesco salerno,piazza varsavia salerno,mercato via piave salerno,parco del mercatello salerno,maria serritiello salerno(Dedicato a Tania)… Chissà perché piace tanto, Piazza San Francesco, alle donne dell’est, non è spaziosa come Piazza della Concordia, non è verde quanto la Villa Comunale, non è panoramica come il Lungomare, non è centrale come Piazza Portanova e non è nuova come il Parco Mercatello. Eppure sono tutte là a popolare il piccolo quadrato verde del noto rione di Via Carmine. Prima di essere espugnato dalle “Natashe”, lepiazza san francesco salerno,piazza varsavia salerno,mercato via piave salerno,parco del mercatello salerno,maria serritiello salernoLude”, le “Tanie” le “Alessie” e le “Lilie”, Piazza San Francesco, al mattino, era l’assoluto terreno degli studenti del liceo “Tasso” e nel pomeriggio il comodo parcheggio dei pensionati. Ora si sa, gli anziani ci vanno lo stesso, ma lo svago è un po’ cambiato e si manifesta senz’altro più attraente della solita partita a carte.
Non si conosce chi per prima abbia iniziato a sostarci, fatto sta, che la piazza dedicata al poverello di Assisi è divenuta il punto d’incontro delle tante donne venute da lontano, per stare vicine ai nostri vecchi, che qui, più che altrove, socializzano facilmente con le loro conterranee e in questo piazza san francesco salerno,piazza varsavia salerno,mercato via piave salerno,parco del mercatello salerno,maria serritiello salernoluogo trovano più prontamente il lavoro da rimpiazzare, una volta perso.
Perché in questo posto e non altrove la ragione è forse da ricercare nella vicinanza della piazzetta con il mercato di via Piave, detto una volta “Shanghai” per via della sua confusione, tanto simile ai mercati sovraffollati dell’oriente. E’ consueto, allora, vederle sostare tra le bancarelle con a disposizione le poche parole assimilate, scartare, scegliere e contrattare ilpiazza san francesco salerno,piazza varsavia salerno,mercato via piave salerno,parco del mercatello salerno,maria serritiello salerno prezzo. Siano esse ucraine, bulgare, polacche o russe sono quasi tutte uguali, alte, massicce, pelle chiara, ma proprio chiara come il latte, con biondi capelli, un colore che ricorda la paglia e occhi azzurri ma lo sguardo che rimandano è più simile al colore del ghiaccio. Per noi, ormai, i loro singoli nomi non contano più, ne hanno uno che corre sulla bocca di tutti “La badante”, un modo sbrigativo e disinvolto per distinguerle, per non darle altra connotazione che non sia di richiamo al servizio che svolgono. Sono tante, chi le conta più, risucchiate e nascoste come sono dalla città, un vero esercito che invece si riversa per le strade, nelle apparizioni di mattina al mercato, tutti i giovedì pomeriggio e l’intera giornata della domenica. Una risorsa umana, una forza risolutiva presente sul mercato del lavoro, di cui la società del benessere non sa fare più a meno, giunta a noi, appena sono state piazza san francesco salerno,piazza varsavia salerno,mercato via piave salerno,parco del mercatello salerno,maria serritiello salernoabbattute quelle barriere che facevano da recinto ai paesi oltre cortina. Non più gli uomini a valicare le colonne d’Ercole in cerca di lavoro ma loro, le solide donne dell’est che disinvoltamente hanno variato le regole dell’emigrazione.
Quando gli emigranti erano i nostri uomini, di storie tristi sulla loro lontananza che durava sempre troppo, sulla difficile integrazione con gentepiazza san francesco salerno,piazza varsavia salerno,mercato via piave salerno,parco del mercatello salerno,maria serritiello salerno che aveva altra lingua, altre abitudini, altre tradizioni e sull’affettività che aveva lasciato qua mogli, figli, madri, insomma tutto un mondo d’amore, se ne raccontavano in abbondanza, ora le stesse storie sono le vicende di queste donne, nelle quali, se si è attenti, si scopre la stessa struggente malinconia per la propria terra che già ci è appartenuta. Il periodo di adattamento è quello peggiore, poi, per le badanti le cose vanno meglio e appena arrivano i primi sodi da spedire alle famiglie lontane c’è una qualche traccia di felicità sui loro volti, anche se per il lavoro che svolgono c’è poco da stare allegre.
piazza san francesco salerno,piazza varsavia salerno,mercato via piave salerno,parco del mercatello salerno,maria serritiello salernoUn’invenzione di quest’epoca frenetica e produttiva, il lavoro delle badanti, nata per assistere i vecchi, non tutti ammalati, ma abbastanza longevi per non essere più autonomi. In una sua poesia, Raul Foleraux scrive che i poveri non sono più quelli che si vedono agli angoli delle strade chiedere l’elemosina ma sono quelli che tossiscono vecchi e soli nelle case abbandonate e dove il calore familiare non è più manifesto. Un tempo, invece, intorno al letto dell’ammalato anziano si raccoglieva l’intera famiglia,piazza san francesco salerno,piazza varsavia salerno,mercato via piave salerno,parco del mercatello salerno,maria serritiello salerno i consanguinei non propriamente stretti, il vasto vicinato e gli amici tutti; il letto stesso diventava il fulcro intorno al quale ruotavano e continuavano le attività, sì che l’anziano non si sentiva ormai escluso dalla vita produttiva e continuava ad avere il ruolo di guida. Le persone di una certa età, appena mezzo secolo fa, non vivevano da soli, non avevano conversazioni incomprensibili con lingue dai suoni duri, né mangiavano cibi cotti, lontani dalla propria tradizione alimentare; gli anziani di un tempo, avevano le case affollate e intorno alla loro malattia si viveva tutti uniti. Le badanti questo lo sanno perché quotidianamente vivono, in case svuotate, la solitudine propria e quella dei vecchi assistiti. Ecco perché Piazza San Francesco, per le insostituibili donne dell’est, è il vecchio vicinato di un tempo, quel nucleo che veniva in soccorso, scambiava le esperienze, acquisiva le conoscenze, le rimandava in ognuno e sosteneva tutti. Solo là esse trovano sicurezza, Piazza San Francesco, come il piccolo cerchio che si chiude protettivo loro intorno, una piccola “Piazza Rossa” che pullula, si anima e ne vede delle belle!
Maria Serritiello (Dedicato a Tania)

QR code, Codici QR, Codice QR, Code QR, QR, Codici a barre, Codice a barre quadrato, CODE, codiciSalerno Smiling People
Foto: maps.google.it

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Allacciate i pattini!

giochi-pattini.jpgOrari di apertura della Pista di Pattinaggio: Ogni giorno dalle ore 16.30 alle ore 22.30 fino al 10 Gennaio 2010 presso il Parco del Mercatello (SALERNO).

Reduce da una domenica trascorsa in terra nemica (in Irpinia), totalmente saturo di cibo divorato in quantità spropositate (grazie a Valeria e agli amici della provincia di Avellino), ma reduce anche da un grande Sabato che ha visto Salerno fregiarsi di due installazioni luminarie SPETTACOLARI, mi son detto che forse è proprio il caso di dedicarmi, dalla settimana prossima, a qualche forma di sport che mi consenta di farmi trovare in forma per il Natale 2009 Salernitano. Adesso, io e lo sport siamo due nemici, nel senso che qualche partitella a calcio, tanti anni fa ancora mi vedeva protagonista di qualche goal (in verità erano più le cappellate che facevo a confronto dei goal), ma il dolore alla schiena mi ha fatto abbandonare preventivamente anche la partitella con gli amici. Cosa fare per mettersi in forma prima delle abbuffate natalizie? Ve lo dico io cosa fare! A breve, molto breve, a Salerno, precisamente al Parco del Mercatello, nello spazio antistante dedicato agli eventi (come quello dove si è svolta la “Festa della Pizza” … per capirci) sarà installata una megapista di pattinaggio su ghiaccio nell’ambito di quello che sarà un programma molto più ampio del Natale 2009 salernitano. Fra le tantissime iniziative, quali: Mercatini natalizi, spettacoli di fuoco, artisti di strada, concerti e quanto di più, per queste festività salernitane sarà installata una pista artificiale di pattinaggio su ghiaccio che ospiterà tutti i salernitani e non. Una mega pista che, nonostante il clima a Salerno non permetta tale sport, sarà a disposizione di chi voglia cimentarsi con i pattini da ghiaccio e dare sfogo alla propria creatività, fra salti, acrobazie e cadute (le mie).
Una delle innumerevoli iniziative del programma di questo Nalalte 2009, (iniziative delle quali vi racconterò nei prossimi post) che vanno ad incastrarsi nel migliore dei modi con le attrattive salernitane di questo periodo, quali (ormai lo sapete tutti): Salerno Luci d’artistaL’albero di Natale più alto d’Italia.
In settimana approfondiremo l’intero programma di questo spettacolare Natale 2009 salernitano, Natale che speriamo di trascorrere serenamente in tutti i sensi, anche dal punto di vista metereologico, per il quale ci avvaliamo delle CERTEZZE del nostro Fabrizio Raffa, che non ne sbaglia una! Un grande metereologo che ci racconta adesso il tempo previsto per le giornate di lunedì e martedì.

fb.jpgPrevisioni Meteo Salerno (lunedì 30 novembre – martedì 01 dicembre) a cura di Fabrizio Raffa:
“In attesa del solstizio d’inverno (21 Dicembre), che sancisce l’ingresso nel periodo invernale, le dinamiche atmosferiche sembrano prendere una veste tardo-autunnale di matrice atlantica; infatti una serie di perturbazioni ci colpiranno facendo ingresso dalla valle del Rodano e si tufferanno nel Mar Mediterraneo. Questi sono gli ingredienti per condizioni di tempo perturbato su buona parte della penisola, specialmente sul settore tirrenico; abbondanti nevicate sulle Alpi in vista dell’apertura della stagione sciistica. Per la giornata di Lunedì prevediamo piogge a partire dalla seconda metà della giornata, piogge che continueranno anche nel corso della giornata di Martedì. Temperatura in leggera flessione di 3°C-4°C. Quota neve intorno ai 1400m”

Salerno Smiling People
Foto: grandain.com

Orari di apertura della Pista di Pattinaggio: Ogni giorno dalle ore 16.30 alle ore 22.30 fino al 10 Gennaio 2010 presso il Parco del Mercatello (SALERNO).

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.