Ladies and gentlemen: il Chiavicone!

chiavicone.JPGOggi vi presento una celebrità di Salerno, un simbolo (ahimè) che in una parola (il suo nome) si autodescrive, quasi si autocelebra e che ormai da anni ben definisce e delimita una zona costiera cittadina che è formata dall’unione di 3 quartieri (Torrione, Pastena e Mercatello).
Una celebrità che spesso mi fa venire in mente un pezzo brillante di cabaret di Paolo Migone, noto comico di Zelig, il quale, in un monologo che parlava dei single e della loro vita, raccontava del sacchetto di spazzatura in cucina, appeso alla maniglia della finestra, le cui dimensioni crescevano di giorno in giorno, senza che il single stesso si preoccupasse di buttarlo mai……. “Lo vedi crescere di giorno in giorno …. che fai lo butti? No, gli dai un NOME! MARIO!!” …. e così è stato anche per questa celebrità totalmente nostrana. Che si fa? Lo si abbatte? No, gli diamo un nome ….. : IL CHIAVICONE! 😀
Trattasi, volendo cimentarsi nella descrizione, di varie strutture in cemento dislocate sull’arenile salernitano e antistanti, anzi ubicate proprio sul litorale cittadino, di forma cubica, la cui struttuta trova conclusione naturale a filo di mare. Nel tratto conclusivo, tali strutture perdono la parte di copertura superiore, volgendo lo sguardo al cielo e inclinandosi ad angolo acuto con l’arenile stesso, fino quasi a scomparirvi…. detto più semplicemente, condotti di acque reflue (ma in realtà non si è mai saputo) che sversano a mare durante i giorni piovosi.
Un insieme di strutture, quindi, che già solo alla vista provocano un fastidio enorme e che ormai fanno talmente parte del patrimonio cittadino, che l’occhio quasi non ci fa più caso. Ma, un conto è non farci più caso, un altro è che, con l’erosione dell’arenile Salernitano che avanza di anno in anno (fra un po’ il sole lo prenderemo sulla Statale), tali strutture, oltre ad essere di un antiestetico allucinante (e mi fermo al solo fattore estetico, tralasciando appositamente l’igienico) impediscono anche la classica passeggiatina estiva sul bagnasciuga, costringendo a vere e proprie scalate chi vuol raggiungere il tratto di spiaggia separato dal Chiavicone.
In ogni caso, moralista e populista non lo sono mai stato, nè tantomeno ho le competenze necessarie per capire se il Chiavicone è necessario o meno a questa città, ma spesso mi chiedo come mai nessuno sollevi più la questione e come mai nel tempo si è preferito adottarlo tacitamente, piuttosto che cercare qualche alternativa almeno gradevole all’occhio; …..per la serie “ogni scarrafone è bello a mamma soja”.

Salerno Smiling People
Foto: *MAleSSIaMO®

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

 

Ladies and gentlemen: il Chiavicone!ultima modifica: 2009-08-10T08:30:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento