Non ci siamo, no no!

Minerva.jpgChi segue con passione questo Blog conosce ormai da tempo il pensiero che muove ogni singolo post che viene pubblicato. Quando c’è da esaltare un accadimento, un evento, questo blog lo fa addirittura enfatizzando, quando c’è da storcere un po’ il muso, lo si storce anche più del dovuto, quando c’è da puntare l’indice, anche a costo di sembrare antipatici, lo si punta e come … ed oggi è proprio un post con tanto di indice puntato, ma come al solito, procediamo con calma cercando di spiegare ai lettori quanto ho da segnalarvi oggi.
Volgendo lo sguardo indietro di qualche post, entusiasmi e descrizioni in pompa magna di quanto meravigliosamente è stato organizzato per questo Natale 2009 salernitano, non sono certo mancati, anzi …. al costo di sembrare antipatici ed a tratti provinciali, si è adulato anche più del dovuto e, fondamentalmente, il tutto, a giudicare dalle presenze di turisti in città, è anche ampiamente giustificato.
Turisti … ed io, in occasione di questo ponte dell’Immacolata, incoraggiato dalla bella giornata e dalla curiosità di dare una sbirciatina a come la città si stava preparando per il programma del “Natale in Fiera – La città delle meraviglie“, ho voluto per l’appunto vestire per un pomeriggio i panni del turista. In verità, ero uscito per disbrigare delle pratiche inerenti alla preparazione del mio albero domestico ed altri servizietti che avevo pensato di programmare per lunedì 7 dicembre, usufruendo di un giorno di ferie a lavoro. Tali incombenze mi hanno fatto ritrovare verso le ore 15 di lunedì a passeggiare per Corso Vittorio Emanuele proprio giorno 7 dicembre.
07122009289.jpgQuindi, con ancora in mente le parole del commento di Marlene , brillante collega redattrice del blog di Modena, ed ospite di Salerno in occasione di queste festività, ho voluto inoltrarmi nei Mercanti e, oltre a godere della passeggiata, immedesimarmi quanto più nei panni di un turista che si trovasse a Salerno alle ore 15.00 della vigilia dell’Immacolata di questo Natale 2009. La prima cosa che salta subito agli occhi è la presenza di tanta gente che passeggia ed i negozi tristemente chiusi, vabè …. Ho percorso i Mercanti e con attenzione ho scrutato tutte le traversine del centro storico di Salerno (molto affascinanti) cercando, per quanto possibile, di percorrerle. Nulla da dire: Salerno ha un centro storico che si lascia visitare da solo, senza l’ausilio di cartine e/o stradari, ti viene la voglia di incamminarti per il primo vicoletto che si incontra, proprio come ho fatto io fino ad arrivare alle indicazioni che mi segnalavano poco distante la presenza de “I Giardini della Minerva” (“Il Giardino della Minerva è un orto botanico situato nel centro storico di Salerno. Durante il medioevo fu utilizzato come giardino dei semplici a fini didattici per gli studenti della scuola medica salernitana; per tale motivo è ritenuto l’antesignano degli orto botanici intesi nell’accezione moderna del termine.” Quindi, per intenderci, un posto che, alle ore 15:00 in attesa che l’oscurità della notte possa lasciar spazio alle luci del “Giardino incantato” è un luogo da visitare per qualsiasi turista, anche solo per l’importanza storica del sito…).
07122009291.jpgQuindi procedo fra uno scorcio e l’altro, seguendo le indicazioni ed al tempo stesso affascinato da quanto sia bello il centro storico di Salerno ed arrivo all’ascensore comunale che mi condurrà sulla collinetta presso la quale sono ubicati i Giardini. Usufruisco dell’ascensore, percorro altri incantevoli vicoletti e all’improvviso, dopo tante precisissime indicazioni mi ritrovo alla porta d’ingresso di questi Giardini che mi sto già pregustando, non fosse altro per il panorama mozzafiato che riesco già ad immaginare di poter scorgere… ma, al posto di un allegro addetto che dovrebbe darmi il benvenuto, mi ritrovo un laconico cartello, scritto con office word 97, che mi avverte che i giardini sono visitabili dalle ore 9 alle ore 13 e, in ogni caso, MAI di lunedì …. Mai di lunedì?? E solo dalle ore 9 alle ore 13?? Ed un turista che fa nell’attesa che si faccia sera e che si accendano le luminarie, attrattiva principe di questo Natale salernitano? Possibile che, nonostante le innumerevoli presenze di turisti, nessuno abbia pensato di rendere SEMPRE visitabili le attrattive salernitane, quali per l’appunto i Giardini della Minerva? Preso atto della cosa, mi dirigo mestamente verso il percorso di ritorno, senza aver visitato ciò che mi ero prefisso e, in religioso silenzio, cerco di non incrociare lo sguardo di altre persone con zainetti in spalla che stanno percorrendo la strada che dovrebbe portarli ai Giardini, quasi facendo finta di averli visitati ed essermi compiaciuto di quanto visto …. Pessima, pessimissima figura per una città che tanto sta investendo sul turismo e che riesce a perdersi in tanto poco …. Questo racconto è quanto vi dovevo e spero che tale segnalazione non rimanga rinchiusa in un monitor e possa in qualche modo giungere a chi di dovere, visto che ormai questo blog è decollato definitivamente (grazie a tutti, ma proprio a tutti, resto senza parole ogni volta che consulto le statistiche degli accessi!).

fb.jpgPrevisioni Meteo Salerno (mercoledì 9 dicembre – giovedì 10 dicembre) a cura di Fabrizio Raffa:
“Le dinamiche atmosferiche dei prossimi giorni vedranno confermata l’ipotesi, già precedentemente accennata, di una possibile irruzione gelida di matrice continentale proveniente direttamente dalla Siberia. Tale evoluzione barica sarà favorita dalla risalita di un anticiclone sub-tropicale fin sul Mar del Nord. Quindi ci troveremo davanti la prima vera irruzione fredda di questo Inverno 2009. Adesso focalizziamoci sulla nostra città; per la giornata di domani, il cielo si presenterà sereno o poco nuvoloso con possibili velature, ma senza fenomeni; la giornata di giovedì vedrà un intensificarsi di un’innocua nuvolosità. Le temperature subiranno una leggera flessione nei valori massimi. I venti saranno moderati da Nord e l’umidità, per l’arrivo di aria più secca, scenderà intorno al 70%. Altà probabilità di neve nel fine settimana a partire dai 600m”

Salerno Smiling People
Foto: *MAleSSIaMO®

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

 

Non ci siamo, no no!ultima modifica: 2009-12-09T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Non ci siamo, no no!

  1. Ho visitato diverse volte i Giardini della Minerva, negli ultimi cinque anni. Prima ne ignoravo persino l’esistenza. Sono stata edotta da mia zia che abita appunto nel centro storico. Perchè i giardini non sono molto pubblicizzati e credo la maggior parte dei salernitani ne ignori l’esistenza. Un altro posto incantevole è Villa Avenia, proprio sotto i giardini dove d’estate l’associazione del teatro dei barbuti organizza dei concerti all’aperto in un’atmosfera incantevole.
    Devo cire che come orto botanico, i giardini della minerva lasciano un pò a desiderare, forse è molto più rappresentativa la villa comunale. Ma è indubbio che la costruzione che ospita i giardini e la vista che si gode da quelle terrazze, costituisce davvero qualcosa di unico nel suo genere, secondo me.
    Non ho molto da dire sull’episodio da te raccontato, perchè purtroppo questa è una delle pecche del meridione e la nostra città, per quanto negli ultimi anni stia prendendo vita, grazie ad un’amministrazione illuminata (è proprio il caso di dirlo), non rappresenta un’eccezione. Martedì i negozi erano aperti. Ho sentito dire in giro che aumenterà il costo dei parcheggi, tu ne sai qualcosa?
    Ciao a presto!

  2. Si ti confermo che il costo del “grattino” aumenterà per tanti motivi in particolare, ma soprattutto per quello di sanare il bilancio di Salerno Mobilità, che onestamente proprio non so spiegarmi come possa essere una società mista in Rosso …. ma voglio tenermi lontano dalla politica e dalle società miste altrimenti potrei arrabbiarmi sul serio ….
    Facendo il romantico invece, se il costo del grattino scoraggiasse l’utilizzo della macchina per tutti quelli che davvero per arrivare in centro potrebbero tranquillamente farlo a piedi e se tutto questo potesse migliorare il servizio pubblico di trasporto urbano …. allora …. vabè torno sulla terra 🙂
    *Massimo

  3. Accolgo con attenzione questa Sua segnalazione. Lei ha ragione, il Giardino meriterebbe un’apertura più lunga ma purtroppo ci mancano i fondi. Non dimentichiamoci però cos’era il Giardino solo pochi anni fa: aperto a singhiozzo, gestione inesistente, ecc. Noi, del Giardino della Minerva, ci mettiamo l’anima per poter rendere questo luogo gradevole e apprezzato dai nostri concittadini e dai turisti che quotidianamente lo visitano (siamo infatti a circa 18.000 visitatori l’anno). Ma siamo pochi, ed il nostro budget non è certamente una favola. Tenga conto però che altri giardini italiani sono chiusi per un lungo periodo invernale: es. Ninfa, o il Negombo ad Ischia (visite da aprile a ottobre tutti i giorni dalle ore 17 alle 19. Da novembre a marzo visite solo su appuntamento).
    Luciano Mauro

  4. Gentilissimo Luciano Mauro,
    innanzitutto ci tengo tantissimo a ringraziarLa per il Suo preziosissimo commento e per le precisazioni fatte che per mezzo di questo blog offre ai lettori. Provvederò nel post di venerdì 11 dicembre a dare risalto a quanto da Lei scritto. Grazie.
    Detto questo, spero si sia capito (davvero lo spero) che il post non ha nessunissima intenzione di criticare l’operato di chi lavora quotidianamente, con passione e con un budget limitato (lo apprendo soltanto adesso … anche se lo immaginavo) quotiianamente alla buona riuscita di un servizio eccelso alla cittadinanza ed ai visitatori, per la quale buona riuscita ha tutto il mio apprezzamento, ma non soltanto adesso … anche prima di leggere il suo commento.
    Questa precisazione è fondamentale per far emergere la problematica alla base che è motivo di “polemica” del post, nulla contro chi ci mette impegno e passione quotidiamente per offrire un servizio perfetto alla cittadinanza ed ai turisti (Infatti nel racconto ho ribadito più volte che i Giardini sono ben segnalati, che il luogo è incantevole che il recupero degli stessi sono motivo di vanto per la città intera), ma indice puntato contro chi consente che tali Giardini siano chiusi, dispensando fondi con il contagocce, proprio durante un periodo in cui Salerno si riempe di visitatori che oltre alle luminarie gradirebbero senza dubbio visitare le bellezze del centro storico.
    Premesso questo io credo (mi corregga se sbaglio) che entrambi, in maniera diversa vorremmo esattamente la stessa cosa e cioè che il serivizio offerto possa essere sempre di altissimo livello, Lei potendo usufruire di ulteriori fondi per potenziarlo, io non ritrovandomi fuori dalla porta impossibilitato a visitarlo.
    A tal proposito, se lo spirito che ha animato il post è ora depurato (spero) da polemiche verso chi non ha assolutamente responsabilità, La invito ad utilizzarlo tranquillamente nelle opportune sedi (per quel poco che può servire) per reclamare maggiore attenzione (tradotto: fondi aggiuntivi) per migliorare sempre di più il servizio che si vuole offrire.
    L’indice non è puntato contro di Lei o contro il suo staff. L’indice è puntato contro chi consente che un turista se ne torni mestamente e tristemente (ed io lunedì li ho visti) senza poter godere di una bellezza di Salerno che merita di essere visitata proprio grazie al Suo impegno quotidiano.
    La ringrazio nuovamente e mi creda, nulla, ma davvero nulla contro chi lavora e combatte ogni giorno.
    Massimo Vecchio

  5. Credo che un piccolo sforzo nei periodi di maggiore affluenza non costerebbe chissà cosa. Infatti, non sorprende di trovar chiusi i giardini in un lunedì qualsiasi. Sorprende di trovarli chiusi nei periodi festivi e pre-festivi o d’estate. Buon lavoro a tutti, in ogni caso.
    Katia

    p.s. quanto ai pargheggi, una passeggiata di sera a Salerno mi costa minimo 5 euro. E io purtroppo la macchina devo prenderla per forza.

Lascia un commento