Un disastro!

Via_Leucosia_Salerno.jpg“Uhmm…” sarebbe proprio il mugugno adatto per quanto andrò a scrivere e soprattutto per quanto andremo a guardare nel post di oggi. Fossi un allarmista (ma non mi ritengo tale, anche se ho utilizzato un titolo forte) potrei iniziare scrivendo che bastano due o tre giorni di cattivo tempo qui a Salerno, con relativa mareggiata, per creare numerosi disagi a quanti Salerno la vivono quotidiamente, ed in effetti (traffico a parte) è proprio così. In questi tre giorni caratterizzati per l’appunto da una mareggiata (neanche tanto eccezionale ad onor di cronaca), il risultato è stato quello di ritrovarsi con un tratto di Litoranea chiusa, causa detriti trasportati dal mare sulla carreggiata e, soprattutto, il controllo dei danni causati dal mare grosso.
Adesso, l’argomento è davvero delicato e sicuramente non starò qui a strumentalizzare quanto accaduto, poichè (come fra poco vedremo) ci sono situazioni davvero critiche qui in città a causa dell’erosione continua delle coste del litorale Salernitano. Per farla breve, esistono posti e situazioni critiche qui a Salerno che sono state sottovalutate a suo tempo e che oggi necessitano di scelte IMMEDIATE e rimedi ancora più immediati delle scelte!
Ne sanno qualcosa gli abitanti di via Leucosia (che è poi la porta d’ingresso di Salerno per tutti coloro che arrivano da sud e percorrono la 12012010498.jpgLitoranea). Come possiamo vedere da questi scatti amatoriali, i belvedere che caratterizzavano questa zona stanno pian piano distruggendosi sotto i colpi delle onde di un mare che avanza sempre di più verso la città. Immagini incredibili e danni ingenti (causa di più mareggiate, ripeto… neanche tanto formidabili) per un immobilismo da parte degli Enti preposti che mi lascia basito sotto qualsiasi punto di vista si voglia affrontare la problematica. Nel frattempo, gli abitanti della zona iniziano a fare i conti anche con le microscosse telluriche causate dall’infrangersi delle onde contro le strutture in cemento, nonostante gli stessi stiano combattendo e segnalando da anni la situazione. Lascio la parola agli scatti amatoriali, con la speranza che anche questo Blog, con molta umiltà, possa contribuire con la sua denuncia ad accelerare i tempi di intervento. Oggi è il 12 gennaio 2010. Vi terrò informati su quanto si farà per la risoluzione di una problematica complessa e di non facile risoluzione che, come accade sempre, al momento vede pagare soltanto la gente comune.

12012010499.jpg12012010500.jpg12012010501.jpg12012010502.jpg12012010503.jpg12012010504.jpg12012010505.jpg12012010506.jpg12012010507.jpg

 

 

 

Fab.jpg
Previsioni Meteo Salerno (mercoledì 06 gennaio – giovedì 07 gennaio) a cura di Fabrizio Raffa:

“Prima di iniziare le previsioni mi scuso con tutti i lettori per non aver potuto usufruire del servizio nella scorsa settimana in quanto non ero in sede e privo di connessione e di qualsiasi comunicazione telefonica. Dopo questa breve introduzione cominciamo come ci eravamo lasciati nel 2009, vale a dire con il freddo. La situazione che si sta verificando nel vecchio continente è piuttosto anomala se si pensa che siamo in piena era “Global Warming”; difatti da qualche settimana l’Europa si trova assediata da neve e gelo con temperature che sono arrivate anche a -42 °C in Scandinavia. Il “Generale” ha fatto irruzione addirittura nel sud della Spagna regalando scenari quasi apocalittici per quella zona: infatti una nevicata del genere non avveniva da oltre 50 anni. Ma anche Portogallo. Inghilterra, Finlandia, Germania stanno facendo in conti con le forti nevicate. Gelo anche oltre il continente con i ben -56 °C di Ojmjakon nella Russia siberiana. Per i prossimi giorni le condizioni del tempo non miglioreranno; infatti i continui afflussi atlantici e il formarsi di un sempre più forte anticiclone russo creeranno le condizioni per un nuovo afflusso freddo di matrice continentale. Per la giornata di domani la nuvolosità aumenterà rapidamente. Possibili precipitazioni di moderata intensità a partire dal settore occidentale dove potranno assumere carattere nevoso intorno ai 800-900m. Qualche schiarita prevista per la giornata di Giovedì. Temperature stazionarie con valori compresi tra 6 °C e 12 °C. Venti moderati da NE.”

Salerno Smiling People
Foto: *MAleSSIaMO®

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

 

Un disastro!ultima modifica: 2010-01-13T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Un disastro!

  1. E’ una vergogna, prima lì si poteva passeggiare, portare i bimbi, chiaccherare con le amiche, ora ….a me fa quasi paura!
    Tanti ricordi distrutti non dal tempo che passa, ma dalla troppa attenzione rivolta solo al centro cittadino, eppure come dici tu è la porta d’ingresso di Salerno per chi viene dalla zona Sud.
    Ma quando si muovono??????

  2. Spero presto … ma il problema non è “ricostruire” il problema è allontanare in qualche modo il mare, ed era un intervento che andava programmato e fatto almeno 10 anni fa. Io nel mio piccolo ho riportato la data di quando ho scritto questo post: 12/01/2010 … non si può sperare per sempre che le condizioni meteo siano negli anni SEMPRE favorevolissime.
    Vedremo ….
    *Massimo

  3. Esatto, ma dico anche “AGIAMO” o meglio “Agissero”. Le segnalazioni ormai sono all’ordine del giorno e questo post è soltanto l’ennesima denuncia. In ogni caso leggevo, non ricordo dove, che un primo 10% dei fondi Provinciali stanziati proprio per l’intervento di ripascimento dell’arinile e della messa in sicurezza della costa cittadina era stato già destinato al Comune, proprio per i primi interventi, ma onestamente non vorrei dire inesattezze.
    *Massimo

  4. Ammappete sta cadendo tutto a pezzi…Bisogna andare a prendersela con la ditta che ha fatto il lavoro all’epoca, con la giunta comunale che approvò il progetto coni vari ingegneri etc, perchè è impensabile che una città di mare abbia queste problematiche.
    Io qui vivo sul mare (fortunatamente), di progetti bislacchi ne hanno pensati e realizzati un esempio lampante è un parcheggio sotterraneo che si trova sotto li livello del mare ma viva iddio, per quanta inquietudine possa farmi, nonostante onde, mareggiate e bora regge da anni e non ha mai dato seri problemi.
    Quindi la soluzione è: gli abitanti della zona devono andare a protestare in comune…Inutile costruire mostri di cemento se poi le cose più semplici non funzionano.

  5. Come accennavo nel post, la problematica è davvero cervellotica. Intervenire adesso per tamponare il problema, non avrebbe alcun senso. Alla prima mareggiata il problema si manifesterebbe nuovamente. La verità è che l’erosione negli ultimi 20 anni ha rubato metri di spiaggia e questa cosa andava monitorata e prevista con largo anticipo (parlo da profano della materia). Adesso è il momento di agire ed intervenire radicalmente con interventi importanti e risolutivi. Attendiamo, pazientemente ma attendiamo.
    *Massimo

Lascia un commento