Salerno vista dagli altri.

Sal_Luc_Ar.jpgQuesta settimana voglio condividere con tutti voi, proponendo la lettura di un interessantissimo articolo, a cura di Giovanna D’Arbitrio, pubblicato nella sezione “Cultura” del portale Napoli.com. Mi ci sono imbattuto per puro caso, ma l’ho letto con interesse e curiosità, poichè mi son sempre chiesto come fosse vista Salerno dalle persone che la visitano e che ovviamente non vi risiedono. Nel caso specifico, la D’Arbitrio visitava Salerno arrivando da Napoli. Aspetto tante considerazioni e scambi di opinione in merito. Buona lettura 🙂

Luci d’artista a Salerno
Un esempio di buona volontà
di Giovanna D’Arbitrio

La settimana scorsa, invitati da una mia amica, socia del Soroptimist, la nota associazione che offre numerose opportunità culturali, siamo andati a Salerno per ammirare le “Luci d’artista”, cioè particolari luminarie natalizie, realizzate nell’ambito del positivo gemellaggio tra la città campana e Torino: un civile esempio di collaborazione Nord-Sud.
Le spettacolari luci che hanno adornato Salerno come gioielli, pare che abbiano avuto una positiva ricaduta socio- economica, e direi anche culturale, per l’afflusso di numerosi turisti. E’ stata infatti l’occasione, anche per noi, per  visitare il centro storico della città con i suoi monumenti ed opere d’arte.
Abbiamo rivisto con piacere Il Duomo, antica cattedrale romanica del 1084, un bel connubio anche tra architettura araba e normanna. Purtroppo la magnifica cripta barocca era chiusa per restauro e quindi ci siamo diretti verso il museo multimediale creato per illustrare l’alto livello raggiunto dalla Scuola Medica Salernitana (IX secolo), la prima importante scuola di medicina in occidente. E’ stato davvero interessante e allo stesso tempo sorprendente scoprire quanto fossero ampie ed approfondite le conoscenze raggiunte in tal campo a quei tempi.
Passeggiando per l’antico centro storico col suo dedalo di stradine, tra palazzi nobiliari e chiese medievali, abbiamo ammirato botteghe piene di merci ed oggetti esposti con “stile”. Qui davvero tanti commercianti riescono a valorizzare con intelligenza e buon gusto svariati prodotti delle piccole aziende presenti sul territorio. Tutto poi era  lindo, pulito, ordinato e …….non c’era nemmeno una carta per terra! A quanto pare la raccolta differenziata comincia a funzionare davvero a Salerno.
Le stupende luminarie creavano un’atmosfera magica, da fiaba, soprattutto quelle del “giardino incantato”, realizzate nella Villa Comunale, e così ad un certo punto abbiamo sognato che quel miracolo potesse in qualche modo estendersi anche a Napoli.
Anche il costruttivo gemellaggio con una città del Nord ci è sembrato un modo veramente edificante per intraprendere “insieme”, come Italiani, un cammino verso la rivalutazione dell’enorme patrimonio culturale e paesaggistico di tutto il Sud, nonché di tante attività commerciali e aziendali legate all’agricoltura, artigianato e soprattutto al turismo.
Per concludere la serata, abbiamo cenato in un grazioso ristorante gustando vini e specialità gastronomiche locali, altri elementi preziosi per dar risalto alle suddette attività.
Ero più volte stata a Salerno diversi anni fa per far visita di tanto in tanto ai vecchi zii di mio marito e già ero rimasta colpita dal suo bellissimo lungomare, gli imponenti palazzi, l’ottocentesco Teatro Verdi, il sito archeologico etrusco-sannitico di Fratte, l’antico  Castello Arechi  (VIII sec.) e tante chiese che visitai in quegli anni.
Vi ritornai due anni fa circa, in visita guidata con alcuni amici e rividi con piacere luoghi già noti. Durante l’ultima visita, organizzata dal Soroptimist, ancora una volta l’antica città, Salernum, come la chiamavano i Romani, ha esercitato su di me il suo sottile, inconfondibile fascino.

FAB.jpgPrevisioni Meteo Salerno (venerdì 22 gennaio – sabato 23 gennaio – domenica 24 gennaio) a cura di Fabrizio Raffa:
“Weekend con il cappotto o calda sciroccata? Questi sono gli elementi di incertezza per il prossimo weekend. Situazione barica molto complicata in quanto una sempre più forte “bolla” siberiana potrebbe impadronirsi di mezza Europa favorita dalla risalita dell’anticiclone alle alte latitudini. Questa situazione, che in gergo meteorologico chiamiamo di blocco, terrà a bada il vortice canadese lontano dall’Europa favorendo cosi la colata gelida Siberiana. Però potrà essere solo il Nord a beneficiare del gelo con copiose nevicate anche in pianura, mentre a noi arriverà il forte vento di scirocco che porterà ad un rialzo termico e molta umidità. Ma tale evoluzione, visti gli ingredienti in gioco, è molto difficile da definire con esattezza. Passiamo al tempo che farà a Salerno: la giornata odierna sarà caratterizzata da condizioni soleggiato con possibili annuvolamenti in tarda serata dove non si escludono brevi piovaschi. Sabato situazione invariata con possibili annuvolamenti sempre in tarda serata. Domenica splenderà il sole per buona parte della giornata. Temperature leggermente sotto le medie stagionali con estremi compresi tra 4 °C e 10 °C. Venti moderati da NNE in attenuazione e in rotazione da ENE “

Salerno Smiling People
Foto: Napoli.com

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

 

Salerno vista dagli altri.ultima modifica: 2010-01-22T08:30:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Salerno vista dagli altri.

  1. Eh, che coincidenza, sono stata una borsista del Soroptimist!
    Le “soroptimiste” sono tutte donne con i contro*ioni (ma veramente donne con la D maiuscola… Altro che veline e troniste) e quel che organizzano loro risulta sempre essere una gran figata.
    Quindi sono molto felice che la città sia stata apprezzata, il prossimo anno dovrò assolutamente esserci.

  2. In tutta onestà era la prima volta che sentivo del Soroptimist. Poi è bastato leggere l’articolo ed una brevissima ricerca in Rete per capire che si trattava di una di quelle Organizzazioni con la politica del fare e dell’agire che tanto mi piacciono e mi stimolano. Poi è arrivata la tua puntualissimia conferma da parte tua.
    Felicissimo anche io di questo apprezzamento “competente” di Salerno, motivo per cui oggi è possibile leggere quest’articolo anche sul Blog.
    Ultima cosa: spero tanto che adesso per creare momenti di socializzazione ed aggregazione non si debba essere costretti ad attendere nuovamente Novembre.
    *Massimo

Lascia un commento