La Notte Bianca: il Programma. Il 23 giugno ci sono “Gli Stadio” in concerto

giovanni pezzoli,gaetano curreri,roberto drovandi,andrea fornilGrandi nomi per la Notte Bianca del 22 e 23 giugno. L’evento, promosso dalla Cidec, in collaborazione con la Camera di Commercio e il Comune di Salerno, è stato presentato questa mattina giovedì 16 maggio, nel corso di una affollata conferenza stampa. Ricchissimo il programma. Sabato 22 giugno, da Mercatello a Torrione si alterneranno sui cinque palchi grandi nomi dello spettacolo italiano. In piazza Mons. Grasso, alle ore 22.00, Nunzia Schiavone presenterà il concerto de “Il giardino dei Semplici” e degli Audio 2. A Pastena, in piazza Volontari della Libertà, Andrea Volpe presenteràcomico ikea zelig,giovanni pezzoli,gaetano curreri,roberto drovandi,andrea fornil,cidec salerno,mercatello,torrione,piazza monsignor grasso salerno,nunzia schiavone salerno,il giardino dei semplici,audio 2,piazza volontari della libertà,antonio maggio vincitore sanremo giovani,chicco paglionico zelig,concerto del liceo musicale alfano i°,villa carrara pastena,maestro m. gigantino,sagrato chiesa madonna di fatima,friends for gospel,power tuning club salerno,benny ronca,casa sanremo in tour,denise,rocco hunt,vittorio sisto,quisisona in concerto,miss italia in tour,trentennale gli stadio,giacomo celentano,tempio di pomona,luciano schiavone,vincenzo russolillo il concerto di Antonio Maggio (Vincitore di Sanremo Giovani 2013), di Riccardo Fogli e lo spettacolo di cabaret di Chicco Paglionico direttamente da Zelig. Ai Giardini Di Villa Carrara (ore 18,30), spazio al Concerto del Liceo Musicale Alfano I° (Orchestra diretta dal M.tro M. Gigantino), mentre in via VI settembre 1986 dalle ore 17,00 sarà istituito un divertentissimo Villaggio dei Bambini.
Ancora musica sul sagrato della chiesa Madonna Di Fatima dove, dalle ore 20,00, si esibiranno i Friends For Gospel. In via Posidonia ci sarà spazio per il Power Tuning Club Salerno (Le Auto personalizzate) mentre a Torrione, in P.zza G. Gloriosi, dalle ore 22,00, Benny Ronca presenterà Casa Sanremo in Tour, con Denise, Rocco Hunt, Vittorio Sisto e Quisisona in Concerto.
Spazio anche alla bellezza con Miss Italia in tour, sul palco di via Marino Freccia a Torrione. Inoltre in via Ventimiglia – Via Madonna di Fatima, Via P. del Pezzo si esibiranno artisti di strada. Domenica 23 giugno, in piazza Portanova, si terrà il concerto evento degli Stadio, con un evento speciale dedicato al trentennale del gruppo. L’anteprima sarà affidata a Chicco Paglionico. La kermesse avrà uno speciale prologo venerdì 21 giugno, con il concerto di Giacomo Celentano, al Tempio di Pomona (evento a numero chiuso).
La C.I.D.E.C. provinciale di Salerno, ha istituito, inoltre, il premio “Notte Bianca Week-end Salerno” alla memoria dell’Artista Salernitano Luciano Schiavone, prematuramente scomparso. Il premio è destinato, quale riconoscimento, a giovani artisti salernitani che si contraddistinguono nel campo dello spettacolo, della cultura e dell’arte, nel panorama nazionale ed internazionale. Il premio suddiviso in due sezioni: New Generation e Special Awards sarà assegnato da una giuria accreditata, per questa edizione a Chicco Paglionico, indiscusso talento comico, distintosi nel panorama nazionale, dando prova di genialità e di caparbietà, diventando uno dei comici piu’ amati della squadra di Zelig; a Rocco Hunt che con la sua giovane età ed i suoi testi incredibilmente maturi, fanno di lui un artista molto apprezzato nel panorama Hip Hop italiano. La cerimonia di premiazione, alla presenza del Sindaco di Salerno Vincenzo avverrà Sabato 22 giugno 2013 alle ore 11,00 nel Salone del Gonfalone del Comune di Salerno.
La direzione artista è affidata a Vincenzo Russolillo, patron di Casa Sanremo. L’evento sarà seguito da Radio Italia, partner della manifestazione.” (fonte: ecomunication.net/cidec)

Salerno Smiling People
Foto: atheomagazine.blogspot.com; ecomunication.net/cidec areazelig.it
Video: Momenti Produzioni on Vimeo

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

“Popolo ‘e Tammurriata”: Da venerdì a domenica appuntamento all’Ex tabacchificio Centola

Popolo 'e Tammurriata, musica popolare salerno, musica popolare pontecagnano, festival musica popolare,Associazione Daltrocanto, Ernesto Sica, Raffaella Gaeta,Tabacchificio Centola, Settimana Santa, canti di lavoro,  serenate d’amore, cantate a dispetto, tarantelle, tammorriate, Antonio Giordano, Paolo Apolito, videomostre a cura di Jacopo Naddeo, Pino Latronico, Alfio Giannotti, Cantori, suonatori, ballatori, appassionati, simpatizzanti, “Popolo ‘e Tammurriata” compie il quinto anno di età, confermandosi a pieno titolo tra i principali festival e raduni nazionali dedicati alla musica popolare. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Daltrocanto con il sostegno dell’Amministrazione comunale (del comune di Pontecagnano ndr), in particolare del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessore alla Cultura Raffaella Gaeta, si terrà quest’anno da venerdì 8 marzo a domenica 10 marzo all’interno del complesso ex Tabacchificio Centola.
L’evento, a differenza delle precedenti edizioni, ognuna dedicata a un tema specifico, si configura questa volta come una vera e propria vetrina a disposizione dellePopolo 'e Tammurriata, musica popolare salerno, musica popolare pontecagnano, festival musica popolare,Associazione Daltrocanto, Ernesto Sica, Raffaella Gaeta,Tabacchificio Centola, Settimana Santa, canti di lavoro,  serenate d’amore, cantate a dispetto, tarantelle, tammorriate, Antonio Giordano, Paolo Apolito, videomostre a cura di Jacopo Naddeo, Pino Latronico, Alfio Giannotti, Cantori, suonatori, ballatori, appassionati, simpatizzanti, eccellenze e delle nuove speranze dell’attuale panorama musicale popolare. Dai canti della Settimana Santa a quelli di lavoro; dalle serenate d’amore alle cantate a dispetto; dalle tarantelle alle tammorriate; attraversando regioni e dialetti, scavando e scoprendo il nuovo che si fonde con l’antico, la tradizione che diventa attuale nella vita dei giovani e nel ricordo degli anziani. Strumenti, voci, passi senza dimenticare i luoghi, abbandonati, ritrovati, riadottati e riadattati. E proprio di “Spazi ideali, reali e virtuali per la musica popolare” ragioneranno sabato, in apertura della serata, il presidente dell’Associazione Daltrocanto Antonio Giordano, il professore Paolo Apolito e il Sindaco di Pontecagnano Faiano Ernesto Sica.
popolo 'e tammurriata,musica popolare salerno,musica popolare pontecagnano,festival musica popolare,associazione daltrocanto,ernesto sica,raffaella gaeta,tabacchificio centola,settimana santa,canti di lavoro,serenate d’amore,cantate a dispetto,tarantelle,tammorriate,antonio giordano,paolo apolito,videomostre a cura di jacopo naddeo,pino latronico,alfio giannotti,cantori,suonatori,ballatori,appassionati,simpatizzantiNei corso dei tre giorni della manifestazione accanto alla musica, protagonista principale, anche le immagini avranno il loro ruolo fondamentale attraverso le videomostre a cura di Jacopo Naddeo, Pino Latronico e Alfio Giannotti, così come grande spazio sarà destinato alle esposizioni di strumenti tradizionali, artigianato creativo e prodotti tipici locali, per toccare con mano la “resistenza” di realtà produttive artigianali e poter ritrovare gusti a volte dimenticati. E se incontro, scambio e partecipazione sono i presupposti dell’intero progetto, l’approdo non può che consistere in una grande festa popolare: come consuetudine vuole, infatti, anche quest’anno la manifestazione si concluderà con la tammurriata collettiva della domenica sera. Cantori, suonatori, ballatori, appassionati, simpatizzanti e semplici spettatori saranno avvolti e coinvolti dalla musica delle tammorre e dai passi della danza. L’ingresso è libero e gratuito.
Info: www.daltrocantoweb.org; facebook: Popolo ‘e Tammurriata; info@daltrocantoweb.org; direzione 328 7254831; comunicazione 328 8596778; coordinamento 338 6908756.’ (Ufficio Stampa – Comune Pontecagnano)

popolo 'e tammurriata,musica popolare salerno,musica popolare pontecagnano,festival musica popolare,associazione daltrocanto,ernesto sica,raffaella gaeta,tabacchificio centola,settimana santa,canti di lavoro,serenate d’amore,cantate a dispetto,tarantelle,tammorriate,antonio giordano,paolo apolito,videomostre a cura di jacopo naddeo,pino latronico,alfio giannotti,cantori,suonatori,ballatori,appassionati,simpatizzantiSalerno Smiling People
Foto: comune.pontecagnanofaiano.it
Video: Canale di Daltrocantoweb on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

‘Sting’o live’ il Festival di musica Funky Rock Blues.

funky,rock,blues,salerno,battipaglia,sting'o live,festival canoro battipaglia,palateatro schiavo,via rosa jemma battipaglia,associzione g&p eventi,associazione ciclolonga,puccio chiariello,soul funky gang,ross carpentieri,on air - erika pepe rock'n blues band,yres,ertilia giordano,davide cantarellaSting’o live‘ prima edizione è un festival di musica funky rock blues che, a partire da venerdì 8 febbraio e fino a domenica 10 febbraio, attenderà appassionati e curiosi alfunky,rock,blues,salerno,battipaglia,sting'o live,festival canoro battipaglia,palateatro schiavo,via rosa jemma battipaglia,associzione g&p eventi,associazione ciclolonga,puccio chiariello,soul funky gang,ross carpentieri,on air - erika pepe rock'n blues band,yres,ertilia giordano,davide cantarella Palateatro Schiavo a Battipaglia, in via Rosa Jemma. Un evento a cura dell’associazione G&P Eventi in collaborazione con l’associazione Ciclolonga di Battipaglia che offrirà a coloro che ne prenderanno parte un cartellone di tutto rispetto con le esibizioni di Puccio Chiariello e i Soul Funky Gang venerdì 8 febbraio; Just Bagons e Southern Island – Ross Carpentieri sabato 9 febbraio e On Air – Erika funky,rock,blues,salerno,battipaglia,sting'o live,festival canoro battipaglia,palateatro schiavo,via rosa jemma battipaglia,associzione g&p eventi,associazione ciclolonga,puccio chiariello,soul funky gang,ross carpentieri,on air - erika pepe rock'n blues band,yres,ertilia giordano,davide cantarellaPepe Rock’n Blues Band e Yres sabato 10 febbraio, il tutto per la conduzione di Ertilia Giordano e la presenza speciale di Davide Cantarella. L’ingresso al Festival è libero mentre, per tutte le informazioni aggiuntive e per la consultazione del programma, far riferimento al sito ufficiale dell’evento raggiungibile al seguente link: stingolive.it

QR CODE, qr, code, codice, codici, codice a barre quadrato, codici a barre quadratiSalerno Smiling People
Foto: stingolive.it;
Video: Unimelody on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Capodanno in piazza con Britti e Grignani: il Programma completo

capodanno salerno 2012,capodanno salerno 2013,alex britti,gianluca grignani,concerto di capodanno a salerno,capodanno in piazza a salerno,capodanno in piazza campania,concerto grignani,concerto britti,eleonora danieleE’ stato reso noto dall’Amministrazione Comunale cittadina, il Programma Ufficiale per i festeggiamenti in piazza per il tradizionale Capodanno in Piazza Amendola. Ecco il programma:
Saranno Gianluca Grignani ed Alex Britti i protagonisticapodanno salerno 2012,capodanno salerno 2013,alex britti,gianluca grignani,concerto di capodanno a salerno,capodanno in piazza a salerno,capodanno in piazza campania,concerto grignani,concerto britti,eleonora daniele della Grande Festa di Capodanno in Piazza a Salerno. L’appuntamento è per la notte del 31 dicembre nella centralissima piazza Amendola per un evento che sta già mobilitando l’attenzione dei fan, dei turisti e dei cittadini.
Tutti in piazza per rinnovare il festoso happening nella magica cornice della Luci d’Artista di Salerno la capodanno salerno 2012,capodanno salerno 2013,alex britti,gianluca grignani,concerto di capodanno a salerno,capodanno in piazza a salerno,capodanno in piazza campania,concerto grignani,concerto britti,eleonora danielemeravigliosa esposizione d’opera d’arte luminosa installate nelle strade e nelle piazze cittadine. Trenta chilometri di cavi elettrici e milioni di led a basso consumo energetico compongono figure mitologiche, fiabesche, incantate.
La conduttrice della serata è la splendida Eleonora Daniele che alle ore 21.15 chiamerà sul palco Gianluca Grignani. Alle ore 22.30 toccherà ad Alex Britti che scatenerà la piazza fino a pochi istanti prima della mezzanotte. Sul palco il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca per il tradizionale brindisi augurale e poi Fuochi d’Artificio che illumineranno una notte da vivere in allegria, sicurezza e serenità.‘ (comune.salerno.it)

qr, code, qr code, codice qr, codici qr, codice a barre quadrato, codici a barre quadratiSalerno Smiling People
Foto: savethedate.it; online-news.it; comune.salerno.it;
Video: Maxio75 on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Il Coro di Voci bianche per il concerto di Natale al Verdi, con ingresso libero.

concerto di natale,salerno,coro voci bianche,martedì 25 dicembre,natale a salerno,natale,teatro municipale giuseppe verdi di salerno,coro di voci bianche,coro di voci bianche del teatro giuseppe verdi di salerno,cocerto augurale,concerti gratuiti,concerti campania,teatro salerno,teatri campania,silvana noschese,gabriella iorio,tiziana caputoTradizionale ed imperdibile appuntamento per martedì 25 dicembre, la mattinata di Natale, quando al Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno andrà in scena, come ogni anno, il Coro di Voci Bianche del Teatro G. Verdi per il concerto augurale.
Il Coro delle voci bianche del Teatro Verdi di Salerno èconcerto di natale,salerno,coro voci bianche,martedì 25 dicembre,natale a salerno,natale,teatro municipale giuseppe verdi di salerno,coro di voci bianche,coro di voci bianche del teatro giuseppe verdi di salerno,cocerto augurale,concerti gratuiti,concerti campania,teatro salerno,teatri campania,silvana noschese,gabriella iorio,tiziana caputo nato nel 2000. E’ costituito da circa 60 bambini di Salerno e della Provincia che si incontrano settimanalmente per dedicarsi allo studio della musica, della vocalità e  del repertorio usufruendo di una   preziosa opportunità  formativa, educativa culturale e musicale Il coro è diretto dal Maestro Silvana Noschese – Pianista: Gabriella Iorio – Maestro collaboratore: Tiziana Caputo” (teatroverdisalerno.it)
Appuntamento quindi per le 11:00 al Massimo cittadino con ingresso allo spettacolo libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Qr code, codice qr, codici qr, codice a barre quadrato, codici a barre quadratiSalerno Smiling People
Foto: teatroverdisalerno.it; comune.salerno.it;
Video: …LaQuintaStagione… on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

La “Vinyl Fest” a Salerno, la Fiera del Vinile più grande del centro-sud Italia

vinile,dischi in vinile,vinile salerno,vinyl fest salerno,festa del vinile,espositori vinile,eventi dischi in vinile,la festa del vinile salerno,eventi vinile,fiera del vinile,grand hotel salerno,eventi a salerno,pino imparato,lorenzo zaroneIl 6 gennaio a Salerno, come ormai regolarmente da sei anni a questa parte, sarà il giorno dedicato alla ‘Vinyl Fest‘, la Fiera del Vinile più grande del centro-sud Italia.
Un appuntamento imperdibile e di tutto rilievo per curiosi,vinile,dischi in vinile,vinile salerno,vinyl fest salerno,festa del vinile,espositori vinile,eventi dischi in vinile,la festa del vinile salerno,eventi vinile,fiera del vinile,grand hotel salerno,eventi a salerno,pino imparato,lorenzo zarone appassionati, collezionisti e addetti ai lavori che, per l’edizione 2013, si terrà al Grand Hotel Salerno il 6 gennaio 2013 con orario d’apertura previsto per le 10:00 e ingresso libero per tutti e che inoltre vedrà la partecipazione di ben 60 espositori.
L’idea nasce da Lorenzo Zarone, musicista, collezionista e critico musicale vinile,dischi in vinile,vinile salerno,vinyl fest salerno,festa del vinile,espositori vinile,eventi dischi in vinile,la festa del vinile salerno,eventi vinile,fiera del vinile,grand hotel salerno,eventi a salerno,pino imparato,lorenzo zaronee Pino Imparato, collezionista, organizzatore di eventi discografici e critico musicale.
L’intento dei due è di creare un evento fieristico che raccolga non solo i collezionisti di vinile ma tutti gli appassionati di musica ed anche i semplici curiosi, nonché di trasferire la loro passione alle nuove generazioni che si affacciano al mondo della musica attraverso strumenti e supporti ben diversi dal vinile…” (vinylfest.it).
Aggiornamenti, informazioni e contatti con gli organizzatori della Vinyl Fest di Salerno sono reperibili sul Sito Ufficiale dell’evento raggiungibile al seguente link: vinylfest.it

vinile,dischi in vinile,vinile salerno,vinyl fest salerno,festa del vinile,espositori vinile,eventi dischi in vinile,la festa del vinile salerno,eventi vinile,fiera del vinile,grand hotel salerno,eventi a salerno,pino imparato,lorenzo zaroneSalerno Smiling People
Foto: vinylfest.it; livesicilia.it
Video: LorenzoMaria Zarone on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Alex Britti e Gianluca Grignani per il Capodanno in Piazza a Salerno

capodanno 2012,capodanno a salerno,salerno capodanno 2013,capodanno 2013 a salerno,capodanno in piazza a salerno,chi viene a capodanno a salerno per capodanno 2013,alex britti capodanno a salerno,gianluca grignani capodanno salerno,concerto alex britti salerno,concerto gianluca grignani salerno,shakira capodanno salerno,capodanno in piazza salerno,eventi italia capodannoAGGIORNAMENTO DEL 27/12/2012: Per il programma completo fare click QUI.
Stando a quanto riportano le anticipazioni sui festeggiamenti per la notte di San Silvestro dei principali quotidiani cittadini e regionali, manca davvero solo l’ufficialità da parte dell’Amministrazione Comunale che, per il prossimo Capodanno in piazza a Salerno, avrebbe scelto ed ingaggiato per il “cin cin” e gli auguri di fine anno sul palco di Piazza Amendola (?)capodanno 2012,capodanno a salerno,salerno capodanno 2013,capodanno 2013 a salerno,capodanno in piazza a salerno,chi viene a capodanno a salerno per capodanno 2013,alex britti capodanno a salerno,gianluca grignani capodanno salerno,concerto alex britti salerno,concerto gianluca grignani salerno,shakira capodanno salerno,capodanno in piazza salerno,eventi italia capodanno Gianluca Grignani e Alex Britti. Negli ultimi mesi si erano rincorsi molti nomi, alcuni davvero improbabili, che avrebbero dovuto raccogliere il testimonial di Gianni Nannini (2012), Biagio Antonacci (2011) e Tiziano Ferro (2010).
Il programma e le modalità con le quali si esibirà l’inedito duo Britti-Grignani saranno rese note nei prossimi giorni e ne seguiremo costantemente gli sviluppi aggiornando di volta in volta questo post.

concerti in piazza 2013,capodanno 2012,capodanno a salerno,salerno capodanno 2013,capodanno 2013 a salerno,capodanno in piazza a salerno,chi viene a capodanno a salerno per capodanno 2013,alex britti capodanno a salerno,gianluca grignani capodanno salerno,concerto alex britti salerno,concerto gianluca grignani salerno,shakira capodanno salerno,capodanno in piazza salerno,eventi italia capodanno

AGGIORNAMENTO DEL 27/12/2012: Per il programma completo fare click QUI.
Arrivano le conferme. Alex Britti le affida al suo Twitter con un Twit (Vedi immagine) che recita: “Capodanno 2013 a Salerno, piazza Amendola: Alex Britti e Gianluca Grignani“, twit che ci conferma, quindi, anche la sede dove si terrà il concertone di fine anno e cioè: Piazza Amandela, la piazza delle scorse edizioni (Tiziano Ferro escluso che si tenna nello spazio dove sta sorgendo il Crescent e Piazza della Libertà).

capodanno 2012,capodanno a salerno,salerno capodanno 2013,capodanno 2013 a salerno,capodanno in piazza a salerno,chi viene a capodanno a salerno per capodanno 2013,alex britti capodanno a salerno,gianluca grignani capodanno salerno,concerto alex britti salerno,concerto gianluca grignani salerno,shakira capodanno salerno,capodanno in piazza salerno,eventi italia capodannoSalerno Smiling People
Foto: grignani.it; alexbritti.com; comune.salerno.it
Video: AlexBrittiVevo on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Con Caparezza al “Negro Festival” 2012

negro festival,fiume negro pertosa,concerto caparezza pertosa,negro festival 2012 programma,a paranza d'o lione,mimmo maglionico,pietrarsa,mamud band,dj the cast,elva lutza,orquestra "todos",orchestra di via padova,dj lello c,scuola d'arpa popolare di viggiano,grotte di pertosanegro festival,fiume negro pertosa,concerto caparezza pertosa,negro festival 2012 programma,a paranza d'o lione,mimmo maglionico,pietrarsa,mamud band,dj the cast,elva lutza,orquestra "todos",orchestra di via padova,dj lello c,scuola d'arpa popolare di viggiano,grotte di pertosaInizierà mercoledì 22 agosto a Pertosa e terminerà sabato 25 agosto il ‘Negro Festival‘ 2012, festival che prende spunto dal fiume negro delle Grotte di Pertosa e rassegna che rappresenta un momento di scambio multiculturale all’insegna del dialogo e del confronto tra i popoli.
Un programma di tutto rilievo per l’edizione 2012 che vedrà proprio Caparezza sul palco centrale protagonista dell’apertura del Festival il 22 agosto, con inizio alle ore 22:00. Ecco il programma completo:

negro festival,fiume negro pertosa,concerto caparezza pertosa,negro festival 2012 programma,a paranza d'o lione,mimmo maglionico,pietrarsa,mamud band,dj the cast,elva lutza,orquestra "todos",orchestra di via padova,dj lello c,scuola d'arpa popolare di viggiano,grotte di pertosa

Mercoledi 22 Agosto 2012: Antro delle Grotte ore 21.30 – SCUOLA D’ARPA POPOLARE DI VIGGIANO (PZ). Piazzale delle Grotte ore 22.30 – CAPAREZZA
Giovedi 23 Agosto 2012: Da Antro delle Grotte a palco Principale – I PICARIELLI, Piccola compagnia di Musica Popolare. Piazzale delle Grotte ore 22.15 – DANIELE SEPE e DJ CERVONE
Venerdi 24 Agosto 2012: Antro delle Grotte ore 21.30 – ELVA LUTZA. Piazzale delle Grotte ore 22.15 – ORQUESTRA “TODOS” – ORCHESTRA DI VIA PADOVA – DJ LELLO C
Sabato 25 Agosto 2012: Antro delle Grotte ore 21.30 – PEPPE VOLTRELLI “Il viaggio, i padri e l’appartenenza”. Piazzale delle Grotte ore 22.15 –  A PARANZA D’O LIONE – MIMMO MAGLIONICO + PIETRARSA – MAMUD BAND – DJ THE CAST.
Tutte le informazioni e gli ulteriori dettagli sono reperibili sulla FanPage del Festival raggiungibile QUI.

qr, qr codeSalerno Smiling People
Foto: Negro Festival FanPage on FB; videodrome blog d’autore
Video: Frgdp on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

“Gli Astrali. La musica dagli anni ’60 a Salerno” di Maria Serritiello

astrali,salerno,musica salerno,maria serritiello,salerno anni 60,germano cosenza,michele avagliano,cosimo palumbo,michele mattei,guido cataldo,bartolino cataldo,gennaro carbone,nello buongiorno,kennedy,nureyev,eduardo,zeffirelli,gore vidal,mastroianni,la loren,de sica,loy,pasqualino moretti,giuseppe carabella,vincenzo senatore,mkp 100,tre settimane da raccontare,e la chiamano estate,copacabana,stiva,capannina,hotel luna di amalfi,la fregata di postano,il lanternone di palinuro,taverna dei monaci di agropoli,maestro cataldo,rassegna estiva del teatro dei barbutiQualche anno fa ho scritto questo pezzo sui miei amici ‘Astrali‘, il complesso che, più di ogni altro, ha fatto ballare, negli anni ‘60 tanti giovani salernitani, me compresa. Insieme al loro profilo è tratteggiato uno spaccato dei giovani di allora, oggi tutti signore e signori maturi e di come trascorrevano le ore del divertimento. Un “amarcord” senza eccessiva nostalgia ma come testimonianza del passato.
Gli anni, ormai, della loro carriera insieme, sono tanti e baldanzosi gli Astrali si avviano, fra quattro anni, a celebrare, sia pure con qualche serata e con la formazione ridotta, i 50 anni di professione. Detto così fa un certo effetto ma vederli ogni tanto, quando riescono ad incontrarsi per combinare qualche serata, si cambia opinione. Sono inossidabili, come i Pooh e come una certa generazione che non si arrende e resta giovane dentro e a dispetto del tempo, per i più, anche fuori, con l’aspetto stigmatizzato nell’eterna giovinezza. Così ricordare gli Astrali, è come ripercorrere all’indietro un pezzo di storia della città, tanto hanno segnato con la loro melodia ogni momento passato di intere generazioni.
Ed erano proprio gli anni ’60, quelli favolosi, anni in cui la guerra dei padri era del tutto archiviata, in cui l’Italia si andava industrializzando ed il boom era dietro le porte, insieme alle ventate buone del ’68, quando alcuni ragazzi, con la musica come unica passione, diedero vita ad uno dei più prestigiosi complessi musicali, con un nome che, già nel suono, si proiettava verso le alte mete degli astri ed astrali, davvero, furono per tutti perché il cielo si toccava con mano, quando le loro note si elevavano dai vari strumenti. Si erano incontrati per caso, come succedeva un tempo, rincorrendo e calciando un pallone ed era stato facile fare amicizia, manifestare le proprie preferenze, confessare i sogni nascosti. Alla chetichella per non farsi scorgere dai genitori, che ritenevano quello svago una perdita di tempo, anzi ore sottratte allo studio, ognuno di loro strimpellava uno strumento preferito e, una volta incontratisi, fu naturale pensare alla formazione di un complesso. Erano gli anni in cui anche la musica seguiva la voglia dei giovani di riunirsi, di fare esperienza nel gruppo e in gruppo di indirizzare la propria vita nel sociale, di considerare la casa solo un ricovero e i genitori che l’abitavano dei “matusa”. Ma gli “Astrali” erano innanzitutto dei bravi ragazzi, rispettosi della volontà delle famiglie, che era in quei tempi non mediatici, il desiderio legittimo di assicurarsi prima un pezzo di carta per l’avvenire e poi la passione per la musica e così lo studio non fu trascurato, tanto che tutti riuscirono in seguito a laurearsi e ad essere affermati professionisti. Non furono, però, solo i genitori ad ostacolare il volo oltre la città natia, che per la bravura poteva essere possibile ma fu anche e soprattutto la trascuratezza di ognuno verso quel successo che nulla avrebbe aggiunto a quanto già avevano. Ed eccoli oggi, come un tempo, ad essere divisi in due, di giorno impegnati seriamente nel lavoro ma la sera tutti dedicati alla passione musicale e anche se il tempo è passato, ognuno di loro per proprio conto continua a fare serate, a rallegrare, suonando, quanti non si sono stancati di ascoltare la loro musica. Vecchie e nuove armonie perfette si amplificano dai loro strumenti, trascinandosi dietro inevitabili ricordi, quelli di quando tutti insieme in pedana davano il meglio al nome di Germano Cosenza (basso e canto), Michele Avagliano (chitarra), Cosimo Palumbo (piano) Michele Mattei (batteria e canto), Guido Cataldo (sassofono) ed in seconda formazione Bartolino Cataldo al piano e Gennaro Carbone alla chitarra e ancora quando nel’68, ma già sono in testa alle preferenze dei giovani di Salerno, arriva a dare più successo al complesso la voce di Nello Buongiorno, il barbuto musicista, più volte apparso in tv, quale ospite, tra i più graditi, di Mara Venier e sarà in seguito anche l’unico del complesso a spiccare il volo. Spaccati di memorie si sommano e “Gli Astrali” appaiono i giovincelli sbarbati, dai capelli appena allungati, come vuole la moda dei capelloni, con jeans e stivaletti tralasciati in favore di completi scuri, doppio petto e cravatta, rigorosamente indossati ancor oggi, che rimandavano un’immagine da seri orchestrali e adatta ai night della costiera. Già, la divina costiera di quegli anni, frequentata bene dai personaggi che allora contavano, sia nella politica che nello spettacolo o solo intellettuali, imprenditori e ricchi che si ritrovavano là come in un’ apartheid privilegiata e che rispondevano al nome di Kennedy, Nureyev, Eduardo, Zeffirelli, Gore Vidal, Mastroianni, la Loren, De Sica, Loy, tanto per citarne alcuni e dove i ragazzi perbene chiamati “Astrali” potevano figurare e accontentare i loro gusti musicali. Il repertorio messo appunto, infatti, spaziava dai brani sussurrati ed uno in particolare Fenesta Vasce riscoperto e portato al successo, ai ritmi più sfrenati. In quegli anni gli Astrali, con insolita bravura, arrangiavano con la loro sensibilità di artisti, la musica dei più grandi complessi: Beatles e Rolling Stones, non escludendo quella ritmata, vertiginosa e nera di Wilson Pickett, James Brown, Joe Tex, Otis Redding e così Marco Lenza con la chitarra si proiettava in svisate magiche alla Jimi Hendrix, mentre i fiati, la tromba di Pasqualino Moretti, il trombone di Giuseppe Carabella e i sassofoni di Guido Cataldo e di Vincenzo Senatore scuotevano ogni parte del corpo con vibrazioni mai più provate, in seguito, così intense. La musica di allora, più che adesso, raccoglieva tutte le istanze giovanili e serviva a ribellarsi, ad affermarsi, ad amoreggiare, ad essere, infine, se stessi e le note degli “Astrali” hanno alla meglio traghettato i giovani all’età matura. Ora ricordiamo con tenerezza le pomeridiane danzanti ma quanta fatica per arrivarci, per esserci dalle 18 alle 21 e ritornare a casa in tempo utile per la cena di mamma e papà. Con gli Astrali vengono in mente tante abitudini, perse ormai in quarant’anni, ma ancora vive nella memoria di tanti, per averle vissute con l’intensità giusta e l’entusiasmo dovuto. Una fra tutte, il MKP 100, ovvero cento giorni che precedevano gli esami di stato, la festa più desiderata dagli studenti che, almeno per un giorno, allentava la spirale della tensione, dimenticava le formule matematiche, tralasciava i ragionamenti filosofici e non avviava la svogliata traduzione dei classici greci e latini. Non si proclamava festa studentesca se a suonare non era la band degli “Astrali” e loro sulle note lente di “Tre settimane da raccontare” alla Fred Buongusto o di “E la chiamano estate”, alla Bruno Martino o ancor di più sulle note martellate, portate al successo dai complessi beat dei Primitives, Corvi, Rokes, Ribelli, Fuggiaschi e Nomadi, ma dai nostri Astrali arrangiate in modo personale, hanno dato svago, spensieratezza e avviato l’inizio di tanti ma proprio tanti amori. Perciò, per aver scritto con tanta bravura e semplicità la colonna sonora dei nostri anni giovanili che, fuori retorica, resteranno sempre i più belli, siamo grati a questi ragazzi.
La musica, in quegli anni dagli “Astrali” veniva diffusa da tutti i locali della città: Copacabana, Stiva, Capannina e da quelli delle due coste, Hotel Luna di Amalfi, La Fregata di Postano, Il Lanternone di Palinuro, la Taverna dei Monaci di Agropoli e per la loro bravura erano chiamati ad essere complesso d’appoggio ad artisti prestigiosi quali Peppino di Capri, Fred Buongusto, Patty Pravo, Lelio Luttazzi, Ricchi e Poveri, Giganti e tanti altri.
Mi sia consentito l’amarcord personale per i fratelli Cataldo. Il primo: “Bartolino”, impeccabile nel suonare il piano, mio compagno di banco nell’ultimo anno di scuola superiore, ora affermato giornalista oltre oceano, rivisto una sola volta e per caso, in tutti questi anni trascorsi. Il secondo “Guido” l’ottimo collega di classe e di viaggio nel raggiungere quotidianamente la sede scolastica di Oliveto Citra. Io e Guido, insieme, su di un testo “O cunte e Cicerenella” scritto dal padre e da lui musicato, a fine anno, riuscimmo a far recitare e cantare tutti gli alunni della scuola. Peccato non ci sia traccia visiva di questa performance, siamo negli anni ’80 e ancora non era scoppiata la mania del telefonino fotografo, ma nella mente, nel mentre scrivo, sono là, nel cortile assolato della scuola, con accanto il Maestro Cataldo che mi accompagna con la sua chitarra, e canto felice, si perché la musica mi rende felice, con tutti i nostri alunni.
Con la musica” dice Germano Cosenza (basso e canto) “ho avuto tutto quello che un giovane di allora non poteva permettersi e pure se la fatica era tanta, (si suonava senza intervallo dalle 22 alle 3), non l’ho mai sentita, anche per la giovialità che circolava tra noi”. “La musica fa parte della mia vita”continua “come un braccio , una gamba, le mie figlie, la vivo e l’ascolto senza tregua. Certo il repertorio che preferisco ricalca quello degli anni ’70, le mie giornate sono imperniate di rhythm and blues, di pezzi orchestrali ma anche, per curiosità, di tanto Eminem, Jovanotti o dj Francesco”. Non si penserebbe mai, per averlo fissato nella mente con in spalla la tracolla del basso, che Germano Cosenza nasce musicalmente suonando la fisarmonica, lo strumento che allora appassionava per la sua possibilità di essere tastato ovunque e anche perché, dalle prime televisioni accese, un maestro come Gorni Kramer, con una buffa intensità facciale ci rimandava una passione da imitare.
Oggi gli “Astrali” non suonano più insieme, l’hanno fatto, per una volta qualche anno fa e con una formazione ridotta, anche perché qualcuno non c’è più, alla Rassegna Estiva del Teatro dei Barbuti, un dono pregiato per gli ex giovani che, tutti ma proprio tutti, si sono ritrovati là a guardare, nel tempo della musica, quello trascorso per ognuno. Voce spiegata a cantare sulle note uscite dal sassofono di Guido Cataldo, il “Maestro” e pensieri fluttuanti sostenuti dalla melodia dolce o ritmata di tutti gli altri, che il pubblico non si è più trattenuto e ha “fatto orchestra” con loro. Tutti i presenti, se pure per una volta, mentre la musica innalza note al cielo stellato dei Barbuti, hanno avuto la gioia di ritrovare le atmosfere giovanili, i sapori genuini, le tradizioni incontaminate e l’ingenuità di una generazione che mentre loro cantavano è andata sulla luna!
Maria Serritiello

astrali,salerno,musica salerno,maria serritiello,salerno anni 60,germano cosenza,michele avagliano,cosimo palumbo,michele mattei,guido cataldo,bartolino cataldo,gennaro carbone,nello buongiorno,kennedy,nureyev,eduardo,zeffirelli,gore vidal,mastroianni,la loren,de sica,loy,pasqualino moretti,giuseppe carabella,vincenzo senatore,mkp 100,tre settimane da raccontare,e la chiamano estate,copacabana,stiva,capannina,hotel luna di amalfi,la fregata di postano,il lanternone di palinuro,taverna dei monaci di agropoli,maestro cataldo,rassegna estiva del teatro dei barbutiSalerno Smiling People
Foto: Maria Serritiello

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Al via il “Baronissi Jazz”

jazz,baronissi,baronissi jazz 2012,concorso jazz,jazz in campania,paolo fresu,paolino dalla porta,bebo ferra,stefano bagnol,danilo rea,anfiteatro comunale di baronissiTorna l’appuntamento con il Jazz in provincia di Salerno quando, da mercoledì 4 luglio e fino a venerdì 6 luglio, l’anfiteatro comunale di Baronissi ospiterà la sedicesima edizione del “Baronissi Jazz“. Una tre giorni interamentejazz,baronissi,baronissi jazz 2012,concorso jazz,jazz in campania,paolo fresu,paolino dalla porta,bebo ferra,stefano bagnol,danilo rea,anfiteatro comunale di baronissi dedicata al jazz e che vedrà sul palco dell’anfiteatro comunale con inizio alle ore 22:00 l’esibizione di grandi nomi del panorama jazzistico e l’esibizione di gruppi emergenti che parteciperanno al concorso 2012 del “Baronissi Jazz“. Il Programma:
Mercoledì 4 luglio – Paolo Fresu in quartetto con Bebo Ferra, Paolino Dalla Porta e Stefano Bagnol. Anfiteatro Comunale ore 22:00. Giovedì 5 luglio – Serata conclusiva del Concorso “Baronissi Jazz. La giuria esprimerà il suo giudizio. Perché la musica vince sempre. Venerdì 6 luglio – Il piano lirico di Danilo Rea. Anfiteatro Comunale ore 22:00.

jazz,baronissi,baronissi jazz 2012,concorso jazz,jazz in campania,paolo fresu,paolino dalla porta,bebo ferra,stefano bagnol,danilo rea,anfiteatro comunale di baronissi

jazz,baronissi,baronissi jazz 2012,concorso jazz,jazz in campania,paolo fresu,paolino dalla porta,bebo ferra,stefano bagnol,danilo rea,anfiteatro comunale di baronissiIl prezzo di una singola serata è di 15 euro, con la possibilità di acquistare un abbonamento per tutte e tre le serate del Baronissi Jazz al costo complessivo di 20 Euro. In caso di pioggia i concerti si terranno al Teatro d’Ateneo e l’inizio dei concerti viene anticipato alle ore 20 e termineranno alle ore 22. Tutto il programma completo della manifestazione e tutte le informazioni relative agli eventi correlati al Baronissi Jazz sono reperibili sul Sito Internet Ufficiale, raggiungibile al seguente link: baronissijazz.it. Il video che conclude il post di oggi è relativo ad un servizio di 12mesiVideo su Youtube ed è dedicato alla scorsa edizione.

jazz,baronissi,baronissi jazz 2012,concorso jazz,jazz in campania,paolo fresu,paolino dalla porta,bebo ferra,stefano bagnol,danilo rea,anfiteatro comunale di baronissiSalerno Smiling People
Foto: baronissijazz.it
Video: 12mesiVideo on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.