Uto Ughi, concerto gratuito a Paestum.

uto ughiUn evento da non perdere presso l’Area Archeologica di Paestum dove, nell’ambito della manifestazione ‘Iluto ughi,l'area archeologica di paestum,concerto gratuito paestum uto ughi,musiche di j.c. bach,musiche di pugnani kreisler,musiche di mozart,musiche di paganini, concerti gratuiti, concerti gratis Racconto delle Pietre‘, mercoledì 7 settembre 2011, con inizio previsto per le ore 21:00 e ingresso libero, si terrà l’attesissima esibizione di Uto Ughi e I Filarmonici di Roma.
Il celebre violinista si esibirà nella veste di direttore e solista con l’orchestra da lui fondata, in un programma di straordinario fascino e virtuosismo. Musiche di J.C. Bach, Pugnani/Kreisler, Mozart e Paganini‘ (fonte: ilraccontodellepietre.it)
Si tratta di una delle numerose iniziative promosse dalla manifestazione ‘Il Racconto uto ughi,l'area archeologica di paestum,concerto gratuito paestum uto ughi,musiche di j.c. bach,musiche di pugnani kreisler,musiche di mozart,musiche di paganini, concerti gratuiti, concerti gratisdelle Pietre‘ – ‘Un viaggio tra i luoghi più belli della Provincia di Salerno per riscoprire le sue origini e le sue tradizioni. Grazie ad una ricca programmazione di eventi, le pietre miliari rivivranno e narreranno racconti antichi e moderni mettendo in risalto le bellezze e la storia millenaria della Provincia di Salerno.‘ La manifestazione, che si concluderà venerdì 23 settembre, proporrà altri eventi interessanti e gratutiti nei prossimi giorni, per i quali vi rimando al Sito Ufficiale raggiungibile al seguente link: ilraccontodellepietre.it.

Salerno Smiling People
Foto: ilraccontodellepietre.it
Video: incoerenzesalerno on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Salerno e Piazza della Libertà.

Piazza_liberta.jpgAl momento è solo un plastico, che riproduce in scala quella che sarà la più grande piazza fronte mare di tutta Europa, ma da giorni i salernitani ne fanno un gran parlare.

Piazza della Libertà, sorgerà nella zona occidentale della città campana, ridisegnando il volto di Salerno a completamento di un processo di urbanizzazione di un ventennio caratterizzato dalla riqualificazione di zone e quartieri da troppi anni dimenticati.

Dicevamo di un plastico, visibile presso la Galleria del Corso, capace di accendere le fantasie di tanti, ma al tempo stesso di sollevare polemiche e perplessità. Un’opportunità di crescita economica e sociale, oppure una cattedrale nel deserto che poco si sposa con l’attuale conformazione della città?

Il Crescent, progettato dall’architetto catalano Bofill, al momento ha sicuramente il merito di aver acceso un dibattito in città, che come spesso accade in questi casi, ha generato una netta frattura fra i partiti “Pro-Crescent” ed i “No-Crescent”, dibattito che trova spunti di riflessione ed il naturale prosieguo anche sul web, per mezzo degli immancabili gruppi su Facebook, sui Forum di discussione della città e sui blog.

Naturale completamento di un Lungomare fra i più belli d’Italia oppure un mostro di cemento interposto fra le due costiere salernitane, amalfitana e cilentana patrimonio naturale mondiale?

 

Salerno Smiling People

 

(foto: comune Salerno)

Quella busta di plastica nel mio mare.

Foto_Primo_Post_Salerno_Blog.jpgFra le cose che adoro fare durante i fine settimana, soprattutto quelli primaverili/autunnali, proprio come tanti altri salernitani, c’è senza alcun dubbio quella di trascorrere ore di totale relax scappando, appena mi è possibile, in spiaggia… e così faccio. Abitando a pochi passi dal mare, telo mare sotto il braccio, conquisto il mio metro quadrato di spiaggia e, come mi ero prefissato, dovrei iniziare a rilassarmi, godere del sole e del mare a pochi metri. Dovrei, ma mai come quest’ultimo sabato, fra uno sguardo a nord verso la costa amalfitana ed un altro a sud in direzione di quella cilentana, quelle buste di plastica che galleggiano a pelo d’acqua accanto ai miei piedi mi danno un fastidio enorme.

Ho ancora in mente il servizio di Luca Abete, inviato di Striscia che soltanto il giorno prima ha raccontato di mezzi spazzamare inutilizzati, 4 mezzi per la rimozione dei rifiuti sull’arenile, un trentina di mezzi spazzamare per la rimozione dei rifiuti in acqua e addirittura 2 mezzi anfibi, per la rimozione di rifiuti ingombranti, acquistati circa venti anni fa dalla Regione Campania, per una spesa di circa 25 miliardi di vecchie lire e mai utilizzati neanche per un solo giorno.

A contribuire maggiormente al mio fastidio, che aumenta di minuto in minuto è anche l’assoluta assenza della “notiziona” su qualsiasi quotidiano cittadino o tv locale, quasi come se fosse normale e routinario che maxio75 debba essere costretto a fare il bagno fra buste di plastica e oggetti non identificati nelle acque del golfo salernitano.

Continuo a guardare quella busta e a pensare ai 25 miliardi di lire spesi ed il senso di impotenza aumenta a dismisura. Mi restano soltanto due cose da fare: la prima è quella di dirigermi per l’ennesima volta verso la doccia, in sostituzione dell’ennesimo bagno che non ho fatto; la seconda è quella di lasciarne traccia qui, con la speranza e la voglia di poter quanto prima raccontare di un bagno in un mare decente.

Salerno Smiling People … ma non troppo questa volta.

(Fonte foto: print screen da video pubblicato sul sito di striscia la notizia):

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoll.shtml?2009/06/C_35_video_9529_GroupVideo_filevideo.wmv