E’ Salernitano il primo veicolo ibrido solare

Veicolo_Ibrido_Solare_MotorShow_2010.jpg‘L’auto del futuro è targata Sa’ è il titolo di un interessantissimo articolo pubblicato su ‘Il Denaro” a firma di Cristian Fuschetto che parla del ‘veicolo ibrido solare’, prototipo realizzato grazie ad una ricerca dell’Universita degli Studi di Salerno coordinata dal Professore Gianfranco Rizzo e che parteciperà al Motor Show 2010 di Bologna dove, mercoledì 8 dicembre, sarà presentato ed introdotto dallo stesso professore Rizzo, il quale terrà una presentazione sullo stato dell’arte dei veicoli a ricarica solare.

 ‘L’auto del futuro è targata Sa
La macchina del futuro è targata Salerno e mercoledì prossimo verrà presentata al Motor Show di Bologna. Il prototipo sviluppato dai ricercatori di eProLab, il Laboratorio sui sistemi energetici e propulsivi dell’Ateneo di Fisciano, ha per così dire il merito della sintesi. Alla “solita macchina ibrida” già presente sul mercato, l’autovettura inventata dai ricercatori salernitani aggiunge una nuova fonte energetica, il sole. La più nota macchina ibrida finora in commercio è senz’altro la Toyota Pius, che ha il pregio di affiancare al motore tradizionale anche un motore elettrico. Il prototipo su cui da tre anni a questa parte Gianfranco Rizzo e i suoi collaboratori stanno lavorando ha invece una marcia in più, assorbe e sfrutta anche energia fotovoltaica. “Il funzionamento della vettura prodotta dalla casa automobilistica giapponese – spiega Rizzo, docente di Ingegneria Meccanica e group leader dell’eProLab – consiste nel mettere insieme un motore tradizionale con un generatore elettrico, abbinando così i vantaggi della trazione elettrica, e cioè la riduzione di rumore e delle emissioni in ambito locale e la possibilità di recuperare parte dell’energia in frenata, con l’elevata autonomia assicurata dai combustibili fossili, di certo superiore a quella assicurata dalla sola presenza di una batteria.Università degli studi di salerno.png Altro vantaggio di questi motori è inoltre la possibilità di ottimizzare l’uso del propulsore termico, che nelle macchine tradizionali spesso lavora in condizioni di bassa efficienza”. Il gruppo salernitano ha fatto qualcosa di più: un veicolo ibrido e, allo stesso tempo, assistito dal fotovoltaico.
“La nostra idea – dice Rizzo – consente un risparmio ancora maggiore in termini di energia e quindi di inquinamento. Abbiamo costruito un veicolo ibrido solare, vale a dire con un motore a combustione interna e uno elettrico e, in più, alimentato anche dall’energia solare”. L’obiettivo, va da sé, non è quello di rendere la vettura “solare” del Logo_Veicoli_Ibridi_Solari_Salerno.jpgtutto autonoma, quanto piuttosto di integrare il fotovoltaico nell’ambito di un veicolo ibrido elettrico destinato a un uso prevalentemente urbano, riducendone drasticamente consumi ed emissioni. Le possibilità ci sono: la riduzione del costo e l’incremento di rendimento dei pannelli sono dati incoraggianti. Accanto alle possibilità ci sono anche le necessità: l’aumento tendenziale del costo del petrolio e del combustibile costringono a pensare sempre più a forme di green mobility. Tuttavia l’uso del solare sulle auto è accompagnato da forte scetticismo a causa della bassa potenza garantita finora da questo genere di fonti alternative. Ma in realtà si tratta di un falso problema. “Noi siamo abituati a ragionare – avverte il professore – in termini di potenza. La potenza di un’auto di piccola o media cilindrata varia tra i cinquanta e i cento KW, mentre un pannello solare alloggiabile su un’auto può raggiungere una potenza di appena mezzo KW, il che ci induce a ritenerlo pressoché inutile. Ma si tratta di un errore. Se infatti ragioniamo in termini di consumo effettivo di energie, il quadro cambia radicalmente. Le statistiche dimostrano che gran parte degli automobilisti si muove prevalentemente in città, utilizzando una potenza media pari a circa un decimo della potenza massima, e per non più di un’ora al giorno, per un fabbisogno energetico non superiore ai 10 KWh, perfettamente comparabile con i 5 KWh che un pannello di mezzo KW potrebbe raccogliere nell’arco di una giornata in dieci ore di luce”.
Un altro falso problema è quello della sostenibilità economica: se qualche anno fa i tempi di ritorno venivano stimati intorno agli otto o noveVeicolo_Ibrido_Solare_MotorShow_2010_2.jpg anni, oggi i tempi di recupero sono scesi intorno ai due, tre anni. Per i loro innovativi progetti, i ricercatori di eProLab hanno ricevuto lo scorso novembre il premio “Energia e Mobilità” nell’ambito dell’evento H2Roma 2010, uno dei più importanti appuntamenti nazionali per la promozione della mobilità a basso impatto ambientale.
Attualmente gli studi de eProLab si stanno concentrando sullo sviluppo di un sistema per il controllo real-time del veicolo, sull’analisi dei benefici ottenibili con il ricorso alle previsioni meteorologiche a bordo e, soprattutto, sullo sviluppo di un tetto solare auto-orientabile in modo da incrementare l’energia catturata in fase di parcheggio.
“L’Università di Salerno – sottolinea Rizzo – sta investendo in questa ricerca dal 2005, con una collaborazione tra l’area meccanica e quella elettronica. Una parte importante del lavoro, quella finalizzata alla costruzione del prototipo, è stata condotta nell’ambito del progetto europeo Leonardo, in collaborazione con l’Istituto Alfano I di Salerno e insieme a undici partner di cinque Paesi e alcuni sponsor, tra cui Automobile Club Salerno, che ha donato il Porter elettrico utilizzato come base per lo sviluppo del prototipo”. Il gruppo si è dedicato non solo alla ricerca ma anche alla sua divulgazione. E’ stato infatti anche sviluppato un sito web in otto lingue (
www.dimec.unisa.it/Leonardo) con molti contenuti didattici e divulgativi, in modo da attrarre il più possibile l’attenzione attorno a questo tema. Anche da questo punto di vista Rizzo e la sua equipe hanno saputo fare sintesi.‘ (Fonte: denaro.it articolo a cura di Cristian Fuschetto).

Il prototipo di veicolo ibrido solare sviluppato presso l’Università di Salerno partecipa al Motor Show 2010 a Bologna, nel Padiglione 30. Mercoledì 8 dicembre 2010, alle 12.30, il prof. Gianfranco Rizzo dell’Università di Salerno terrà una presentazione sullo stato dell’arte dei veicoli a ricarica solare (Padiglione 30, Mobilità elettrica).
Per dettagli, visitare i siti: http://www.dimec.unisa.it/Leonardohttp://www.hysolarkit.com

 

Fabrizio_Raffa_Salerno.jpg

Previsioni Meteo Salerno (mercoledì 08 Dicembre – giovedì 09 Dicembre) a cura di Fabrizio Raffa:
“Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad un evento davvero anomalo tanto da registrare temperature anche di 28°C in Sicilia e zone limitrofe, una temperatura fin troppo elevata per il periodo. Tale anomalia è dovuta ad una forte risalita dell’anticiclone sub-tropicale verso le alte latitudini; attualmente, l’anticiclone forma un blocco alle correnti atlantiche consentendo la discesa di aria gelida da nord. Questa volta il vortice polare ha scelto la via dei Balcani e con molta probabilità saremo interessati da una fase molto fredda con forti nevicate e temperature che caleranno sensibilmente un pò su tutto lo stivale, specialmente sul versante adriatico. Per Giovedì avremo condizioni di tempo generalmente instabile con possibili piovaschi a partire da pomeriggio; temperature ancora al di sopra della media e venti moderati da SW. Nel weekend la situazione cambierà radicalmente ma ne riparleremo”

Salerno Smiling People
Foto: unisa.it

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.