Dagli USA, 8 motivi per preferire Salerno.

tour company salerno,walks of italy salerno,costiera amalfitana,costa d'amalfiUna curiosità, quella del post di oggi, relativa ad uno degli ultimi articoli pubblicati sul Blog della Tour Company americana “Walks of Italy“, compagnia specializzata in consigli e informazioni per chi visita l’Italia e che, dalletour company salerno,walks of italy salerno,costiera amalfitana,costa d'amalfi,hippocratica civitas,salerno sorrento,la divina,paestum capaccio salerno,pompei da salerno,amalfi,positano,capri,castello arechi,centro storico salerno,museo archeologico provinciale salerno pagine del Blog aziendale, dedica un post a Salerno elencando 8 buoni motivi per cui preferirla ad altre città campane (nello specifico Sorrento) qualora si decidesse di visitare la Costiera Amalfitana (QUI l’articolo originale in lingua inglese).
L’articolo inizia descrivendo la Costa d’Amalfi come una delle destinazioni più affascinanti d’Italia e per la quale, la maggior parte delle guide di settore suggerisce Sorrento come punto strategico d’appoggio per poter visitare la “Divina”. L’alternativa a Sorrento, secondo “Walks of Italy” potrebbe essere proprio Salerno, per 8 motivi così elencati (e riassunti):

tour company salerno,walks of italy salerno,costiera amalfitana,costa d'amalfi,hippocratica civitas,salerno sorrento,la divina,paestum capaccio salerno,pompei da salerno,amalfi,positano,capri,castello arechi,centro storico salerno,museo archeologico provinciale salerno

1) La linea ferroviaria nazionale consente, da Roma, di raggiungere Salerno facilmente e direttamente, piuttosto che fermarsi a Napoli per poi prendere la Circumvesuviana e raggiungere Sorrento, il tutto impiegando meno tempo e per una spesa di viaggio che è praticamente la stessa.
2) La posizione di Salerno è strategica per raggiungere tutti i paesi della Costa d’Amalfi (Sorrento tour company salerno,walks of italy salerno,costiera amalfitana,costa d'amalfi,hippocratica civitas,salerno sorrento,la divina,paestum capaccio salerno,pompei da salerno,amalfi,positano,capri,castello arechi,centro storico salerno,museo archeologico provinciale salernocompresa) e non solo! Prendere il pullman da Salerno potrebbe rilevarsi un’ottima scelta poichè meno affollato rispetto a quello in partenza da Sorrento e l’itinerario consentirebbe di visitare alcuni dei paesi della Costa d’Amalfi che sono scomparsi (a dire di Walks of Italy) dalle guide.
3) La possibilità con la quale diventa facile raggiungere Paestum, meta che sarebbe più difficile raggiungere da Sorrento.
4) La possibilità di raggiungere Pompei da Salerno nello stesso tempo in cui si raggiunge da Sorrento.
5) La possibilità di raggiungere Amalfi, Positano e Capri usufruendo deitour company salerno,walks of italy salerno,costiera amalfitana,costa d'amalfi,hippocratica civitas,salerno sorrento,la divina,paestum capaccio salerno,pompei da salerno,amalfi,positano,capri,castello arechi,centro storico salerno,museo archeologico provinciale salerno traghetti in partenza da Salerno, ma con un punto a sfavore di Salerno, in questo caso, nel momento in cui la destinazione è Capri, visto e considerato che rispetto ai 20 minuti di traghetto da Sorrento, se ne impiegherebbero circa il triplo partendo da Salerno.
6) La possibilità, a differenza di Sorrento, di poter usufruire di un’ampia spiaggia (…qui ci sarebbe da discutere ovviamente, sia sul concetto di “ampia” che sulla qualità del mare salernitano…) e della comodità di avere negozi, centro storico e albergo concentrati grosso modo in pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro.
tour company salerno,walks of italy salerno,costiera amalfitana,costa d'amalfi,hippocratica civitas,salerno sorrento,la divina,paestum capaccio salerno,pompei da salerno,amalfi,positano,capri,castello arechi,centro storico salerno,museo archeologico provinciale salerno7) Salerno è molto meno costosa di Amalfi, Sorrento, Positano a partire dal costo di un caffè fino al pernottamento in un Bed&Breakfast che costerebbe (secondo una simulazione del Blog americano) circa 85€ a notte, colazione compresa.
8) Salerno è una delle città più interessanti della Costa d’Amalfi. A conferma di questo, nell’articolo vengono elencati, fra le bellezze di Salerno, alcuni posti da visitare quali il Castello Arechi, il caratteristico Centro Storico, il Museo Diocesano, il Museo Archeologico Provinciale. Inoltre, a conclusione dell’articolo, viene messa in evidenza come la possibilità di poter pranzare/cenare in ristoranti che, non essendo prettamente a vocazione turistica, eviteranno al turista di mangiare quel “Pasta e Polpette” tipico di una cucina italiana figlia di stereotipi che continuano a durare nel tempo.

Questi gli otto preziosi consigli che lasciano spazio a tante considerazioni in merito: se da un lato questo post potrebbe rappresentare una sorta di vetrina per Salerno, e agli ottimisti potrebbe far piacere sicuramente, dall’altro ne esce fuori una città che agli occhi della Tour Company “Walks of Italy” è “not tourism-based” (non è basata sul turismo), una città in cui “It’s tough to find a postcard” (è difficile trovare una cartolina) e il tutto, senza giri di parole, non è il massimo per l’immagine di una città che sta provando a fare del Turismo il suo punto di forza. Mi piacerebbe parlarne e confrontarsi insieme. Cosa ne pensate?
Vi lascio il link per la consultazione dell’articolo originale (in lingua inglese) raggiungibile qui: walksofitaly.com

Salerno Smiling People
Foto: walksofitaly.com; Maxio75 on Instagram

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

‘Door to Door’ – L’arte porta a porta nel centro storico.

porta a porta,door to door salerno,arte salerno,iniziative culturali salerno ottobre 2011,iniziative salerno,centro storico salerno,arte urbana,artisti salernoL’arte contemporanea sposa i siti più antichi della città, con giovani artisti dall’Italia e dall’estero che provano ad entrare nello spirito dei luoghi. Si chiama “Door to Door / Arte porta a porta” ed è il progetto d’arteporta a porta,door to door salerno,arte salerno,iniziative culturali salerno ottobre 2011,iniziative salerno,centro storico salerno,arte urbana,artisti salerno,carmine bussone,maria saggese,arte contemporanea salerno,la giornata del contemporaneo,maura banfo,franco cenci,fiorella corsi,franco fontana,virginia franceschi,susie j lee,mariangela levita,pierpaolo lista,domenico antonio mancini,raffaella mariniello,rebeca menendez,giulia palombino,ciro vitale contemporanea concepito espressamente per il centro storico alto di Salerno dalla Soprintendenza Bsae di Salerno e Avellino, nell’ambito della VII edizione della Giornata del Contemporaneo promossa dall’AMACI e sostenuta dal Mibac.
Per tutta la mattinata di sabato 8 ottobre (orario: h.11-13) e per l’intera giornata di domenica 9 ottobre (orario:h. 10-13 e h. 17-21) i cortili degli antichi palazzi, i balconi e le facciate, i piccoli slarghi dei quartieri antichi della città saranno “visitati” da sculture, animati da proiezioni audiovisive, “vestiti” da pitture e fotografie, e letteralmente “occupati” da installazioni, realizzate espressamente per gli spazi e gli ambienti selezionati.
Il Progetto, ideato dalla Soprintendente Maura Picciau e curato insieme a Maria Giovanna Sessa, èporta a porta,door to door salerno,arte salerno,iniziative culturali salerno ottobre 2011,iniziative salerno,centro storico salerno,arte urbana,artisti salerno realizzato con le consorelle Soprintendenze per i BAP di SA ed AV ed Archeologica di SA, AV e BN, con l’Amministrazione Comunale di Salerno, la Fondazione “F. Menna” e la Fondazione “Plart”, le gallerie “Tiziana Di Caro”, “Paola Verrengia”, “LeggermenteFuoriFuoco” e con la collaborazione del critico Renata Caragliano.
Si tratta di un percorso, una passeggiata alla scoperta delle opere, per conoscere con rinnovato interesse e stupore la città vecchia ed il suo tessuto urbano, intricato tanto nell’architettura quanto nella trama sociale. Gli artisti coinvolti sono: Maura Banfo, Franco Cenci, Fiorella Corsi, Franco Fontana, Virginia Franceschi, Susie J Lee, Mariangela Levita, Pierpaolo Lista, Domenico Antonio Mancini, Raffaella Mariniello, Rebeca Menendez, Giulia Palombino, Ciro Vitale.
porta a porta,door to door salerno,arte salerno,iniziative culturali salerno ottobre 2011,iniziative salerno,centro storico salerno,arte urbana,artisti salernoL’arte urbana può contribuire in modo sostanziale ad aumentare l’attenzione e l’affezione nei riguardi dell’intera area e di molti dei suoi significati complessi, dal pregio architettonico al vivere sociale, al costituire comunità, al creare relazioni ad un tempo umane e culturali. La vitalità del centro storico di Salerno, insieme all’effervescenza delle sue serate all’aperto, va valorizzata e governata, per una definitiva riqualificazione ambientale. Per questo è stato predisposto un percorso, accompagnato da una cartina. La cartina illustra l’itinerario di riscoperta del centro storico alto che, con i suoi angoli suggestivi, gli slarghi, i balconi, i cortili, sabato e domenica sarà “rivisitato” dagli interventi degli artisti che proveranno a reinventare magicamente i siti loro affidati.
Questo l’itinerario con i rispettivi artisti coinvolti nel progetto:
Largo Montone (artista Franco Cenci); Giardini della Minerva. (artista:Mariangela Levita); Balconcino via Guaimaro IV (artista: Virginia Franceschi Interno Palazzo Copeta, via Trotula de Ruggiero, 27 (artista Giulia Palombino.); Palazzo Martuscelli, Largo Scuola Medica Salernitana (artista: Susie J Lee); Atrio palazzo, via Tasso, 36 (artista Ciro Vitale); Limonaia Soprintendenza Archeologica (artista Fiorella Corsi); Convitto Nazionale T. Tasso (artista: Pierpaolo Lista, Maura Banfo, Raffaela Mariniello, Franco Fontana); Piazza Abate Conforti (artista Domenico Antonio Mancini); Palazzo Conforti (artista: Rebeca Menendez); Museo Diocesano (artista Felix Policastro).‘ (fonte: comune.salerno.it)

Salerno Smiling People
Foto: Carmine Bussone; Maria Saggese

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

I Maya, gli Ufo e i Cerchi nel grano

maya,ufo,cerchi nel grano,crops circle,salerno,piergiorgio caria,libreria aldebaran salerno,voyager,misteri salerno,villa avenia,2010 fine del mondo,villa avenia salerno,centro storico salerno.Tematiche che, scettici o sostenitori si voglia essere, affascinano ed interessano da sempre e tematiche delle quali si parlerà in un interessante convegno, in programma a Salerno, il 23 luglio presso i giardini di Villa Avenia, nel centro storico di Salerno, con inizio previsto per le ore 19.00.
Durante la serata è prevista anche la messa in onda di filmati e l’intervento del regista e ricercatoremaya,ufo,cerchi nel grano,crops circle,salerno,piergiorgio caria,libreria aldebaran salerno,voyager,misteri salerno,villa avenia,2010 fine del mondo,villa avenia salerno,centro storico salerno. Piergiorgio Caria che sarà anche il relatore del convegno. Il costo dell’iscrizione è di 5 euro e la prenotazione va fatta presso la Libreria Aldebaran di Salerno, sita in via Porta Elina 17/19 (tel: 0892576066). Di seguito riporto la News completa ed ufficiale reperita sul Sito del Comune di Salerno e raggiungibile al seguente Link: comunedisalerno

I Maya, gli Ufo e i Cerchi nel grano”, il 23 luglio a Villa Avenia
Intervento del noto documentarista Piergiorgio Caria.
 
maya,ufo,cerchi nel grano,crops circle,salerno,piergiorgio caria,libreria aldebaran salerno,voyager,misteri salerno,villa avenia,2010 fine del mondo,villa avenia salerno,centro storico salerno,pittogrammi,2012 profezia mayaSi terrà sabato 23 luglio 2011 alle ore 19:00, nei giardini di Villa Avenia, nel centro storico di Salerno, la conferenza “2012: I Maya, gli Ufo e i Cerchi nel Grano”.
L’incontro avrà come relatore principale il noto documentarista, regista e ricercatore Piergiorgio Caria, già ospite di varie trasmissioni televisive su reti nazionali, tra cui “Misteri” e “Voyager”.
In programma la proiezione di straordinari filmati sui cerchi nel grano e sugli ufo.
Info e prenotazioni presso Libreria Aldebaran.
via Porta Elina 17/19 – Tel 0892576066‘ (fonte: comunedisalerno)

Questo, invece, quanto è possibile leggere nelle info dell’Evento creato su Facebook e raggiungibile qui:
La data del 2012 lasciataci dai Maya suscita inquietudine e molte persone pensano che una catastrofe di portata planetaria cancellerà l’uomo dalla faccia della terra. Niente di più errato! La cosiddettamaya,ufo,cerchi nel grano,crops circle,salerno,piergiorgio caria,libreria aldebaran salerno,voyager,misteri salerno,villa avenia,2010 fine del mondo,villa avenia salerno,centro storico salerno,pittogrammi,2012 profezia mayaprofezia Maya” parla si di sofferenze, ma annuncia soprattutto un profondo cambio sociale e planetario, che porterà l’uomo a un superiore l…ivello di coscienza, a una nuova “Età dell’Oro” in cui il contatto con civiltà evolutissime provenienti dal cosmo sarebbe stato uno degli eventi più importanti a provocare il cambio. I Maya ci hanno lasciato non solo la descrizione degli accadimenti, ma anche i consigli utili per superare questo momento di passaggio. Incredibilmente il fenomeno dei cerchi nel grano, soprattutto in Inghilterra, attraverso affascinanti figure definite “pittogrammi”, sta seguendo passo passo, spesso anticipando, lo sviluppo delle predizioni Maya per il 2012. L’energia della galassia, l’anomala attività del sole, il contatto con le civiltà cosmiche super evolute, il rinnovamento spirituale e umano dell’uomo e molto altro ancora, sono elementi che ritroviamo codificati in varie figure comparse nei campi inglesi. Conoscere questa stupefacente connessione potrebbe rivelarsi per noi di estrema importanza.‘ (fonte: Evento su Facebook ‘2012: I Maya, gli Ufo e i Cerchi nel Grano)

Salerno Smiling People
Foto: comunedisalerno; altrarealta.com; Piergiorgio Caria on FB; nonsoloaffari.com
Video: PierGiorgioCaria59 on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

La Fiera del Crocifisso ritrovato

Fiera del crocifisso ritrovato.jpgA Salerno «Torna il Crocifisso ritrovato» 29/30 Aprile, 1 Maggio 2011 CENTRO STORICO SALERNO.
Il Medioevo ritrovato.
Nell’edizione 2010 richiamò tantissimi visitatori. Quest’anno il programma della Fiera del CrocifissoFiera del crocifisso ritrovato 2.jpg Ritrovato, è così piena di appuntamenti da far scommettere un successo di pubblico ancora maggiore. Ritorna quindi quest’anno uno degli appuntamenti più attesi di Salerno.
La fiera del Crocifisso ritrovato, sarà una occasione per riscoprire il 29 e 30 aprile e il 1 maggio, i luoghi, le tradizioni, i colori, i sapori, la cultura della città medievale.
Oltre 30 i siti del centro storico interessati, 400 gli artisti e i figuranti che appassioneranno grandi e piccoli, 10 i colossali allestimenti medioevali in abiti d’epoca, con la riproposizione di antichi mestieri, 100 gli stands con prodotti dell’artigianato locale di qualità, il tutto condito da squisite degustazioni. E poi, ancora, migliaia di piante, fiori, essenze, ricette, con il ritorno della «Mascotte Arborea» della fiera, la Calendula: pianta simbolo della gloriosa e millenaria Scuola Medica Salernitana.
Fiera del crocifisso ritrovato 4.jpgLa Leggenda:
Un evento che trae origini dalle suggestioni della leggenda di Pietro Barliario, mago alchimista e architetto, che si sarebbe pentito dei suoi misfatti proprio dinanzi a un Crocifisso (esistente realmente e custodito oggi nel MuseoFiera del crocifisso ritrovato 3.jpg Diocesano di Salerno). Si racconta che il Cristo avrebbe chinato la testa in segno di perdono dinanzi al Barliario sinceramente pentito. La leggenda vuole che il mago architetto avesse costruito l’acquedotto in una sola notte con l’aiuto del diavolo. Quando i figli scoprirono le sue trame diaboliche, Pietro li uccise, ma pentitosi subito corse in chiesa (attuale San Benedetto) dove passò tre giorni a pregare. Infine ottenne il perdono divino, testimoniato dal miracolo e visse i suoi ultimi anni come asceta nell’Abbazia. Il miracolo del perdono divenne quindi un evento che coinvolse tutti i cittadini che accorsero presso la chiesa che custodiva il Cristo, ed in segno di festa furono organizzati giorni di fiera e mercati che si consolidarono negli anni (Fiera del Crocifisso).
Per tutte le ulteriori informazioni far riferimento al sito ufficiale dell’evento, raggiungibile al seguente indirizzo: fieracrocifissosalerno.it

Salerno Smiling People
Foto: fieracrocifissosalerno.it

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Salerno vista dagli altri.

Sal_Luc_Ar.jpgQuesta settimana voglio condividere con tutti voi, proponendo la lettura di un interessantissimo articolo, a cura di Giovanna D’Arbitrio, pubblicato nella sezione “Cultura” del portale Napoli.com. Mi ci sono imbattuto per puro caso, ma l’ho letto con interesse e curiosità, poichè mi son sempre chiesto come fosse vista Salerno dalle persone che la visitano e che ovviamente non vi risiedono. Nel caso specifico, la D’Arbitrio visitava Salerno arrivando da Napoli. Aspetto tante considerazioni e scambi di opinione in merito. Buona lettura 🙂

Luci d’artista a Salerno
Un esempio di buona volontà
di Giovanna D’Arbitrio

La settimana scorsa, invitati da una mia amica, socia del Soroptimist, la nota associazione che offre numerose opportunità culturali, siamo andati a Salerno per ammirare le “Luci d’artista”, cioè particolari luminarie natalizie, realizzate nell’ambito del positivo gemellaggio tra la città campana e Torino: un civile esempio di collaborazione Nord-Sud.
Le spettacolari luci che hanno adornato Salerno come gioielli, pare che abbiano avuto una positiva ricaduta socio- economica, e direi anche culturale, per l’afflusso di numerosi turisti. E’ stata infatti l’occasione, anche per noi, per  visitare il centro storico della città con i suoi monumenti ed opere d’arte.
Abbiamo rivisto con piacere Il Duomo, antica cattedrale romanica del 1084, un bel connubio anche tra architettura araba e normanna. Purtroppo la magnifica cripta barocca era chiusa per restauro e quindi ci siamo diretti verso il museo multimediale creato per illustrare l’alto livello raggiunto dalla Scuola Medica Salernitana (IX secolo), la prima importante scuola di medicina in occidente. E’ stato davvero interessante e allo stesso tempo sorprendente scoprire quanto fossero ampie ed approfondite le conoscenze raggiunte in tal campo a quei tempi.
Passeggiando per l’antico centro storico col suo dedalo di stradine, tra palazzi nobiliari e chiese medievali, abbiamo ammirato botteghe piene di merci ed oggetti esposti con “stile”. Qui davvero tanti commercianti riescono a valorizzare con intelligenza e buon gusto svariati prodotti delle piccole aziende presenti sul territorio. Tutto poi era  lindo, pulito, ordinato e …….non c’era nemmeno una carta per terra! A quanto pare la raccolta differenziata comincia a funzionare davvero a Salerno.
Le stupende luminarie creavano un’atmosfera magica, da fiaba, soprattutto quelle del “giardino incantato”, realizzate nella Villa Comunale, e così ad un certo punto abbiamo sognato che quel miracolo potesse in qualche modo estendersi anche a Napoli.
Anche il costruttivo gemellaggio con una città del Nord ci è sembrato un modo veramente edificante per intraprendere “insieme”, come Italiani, un cammino verso la rivalutazione dell’enorme patrimonio culturale e paesaggistico di tutto il Sud, nonché di tante attività commerciali e aziendali legate all’agricoltura, artigianato e soprattutto al turismo.
Per concludere la serata, abbiamo cenato in un grazioso ristorante gustando vini e specialità gastronomiche locali, altri elementi preziosi per dar risalto alle suddette attività.
Ero più volte stata a Salerno diversi anni fa per far visita di tanto in tanto ai vecchi zii di mio marito e già ero rimasta colpita dal suo bellissimo lungomare, gli imponenti palazzi, l’ottocentesco Teatro Verdi, il sito archeologico etrusco-sannitico di Fratte, l’antico  Castello Arechi  (VIII sec.) e tante chiese che visitai in quegli anni.
Vi ritornai due anni fa circa, in visita guidata con alcuni amici e rividi con piacere luoghi già noti. Durante l’ultima visita, organizzata dal Soroptimist, ancora una volta l’antica città, Salernum, come la chiamavano i Romani, ha esercitato su di me il suo sottile, inconfondibile fascino.

FAB.jpgPrevisioni Meteo Salerno (venerdì 22 gennaio – sabato 23 gennaio – domenica 24 gennaio) a cura di Fabrizio Raffa:
“Weekend con il cappotto o calda sciroccata? Questi sono gli elementi di incertezza per il prossimo weekend. Situazione barica molto complicata in quanto una sempre più forte “bolla” siberiana potrebbe impadronirsi di mezza Europa favorita dalla risalita dell’anticiclone alle alte latitudini. Questa situazione, che in gergo meteorologico chiamiamo di blocco, terrà a bada il vortice canadese lontano dall’Europa favorendo cosi la colata gelida Siberiana. Però potrà essere solo il Nord a beneficiare del gelo con copiose nevicate anche in pianura, mentre a noi arriverà il forte vento di scirocco che porterà ad un rialzo termico e molta umidità. Ma tale evoluzione, visti gli ingredienti in gioco, è molto difficile da definire con esattezza. Passiamo al tempo che farà a Salerno: la giornata odierna sarà caratterizzata da condizioni soleggiato con possibili annuvolamenti in tarda serata dove non si escludono brevi piovaschi. Sabato situazione invariata con possibili annuvolamenti sempre in tarda serata. Domenica splenderà il sole per buona parte della giornata. Temperature leggermente sotto le medie stagionali con estremi compresi tra 4 °C e 10 °C. Venti moderati da NNE in attenuazione e in rotazione da ENE “

Salerno Smiling People
Foto: Napoli.com

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

 

Il fantasma di Largo Campo

largo_campo.jpgSi chiama Francesco Ranieri, giovane scrittore salernitano, autore del bellissimo libro Taniamarina che consiglio vivamente di leggere a tutti coloro che amano la lettura e …. da Francesco, grande esperto di leggende e misteri, mi sono fatto raccontare la leggenda romantica e affascinante del Fantasma di Largo Campo, che, devo essere onesto, non conoscevo. Mi va di condividerla con gli amici di questo blog. Eccola:

Antonella era una splendida ragazza innamorata del fedele compagno del re Ladislao, Raimondo. La fontana di Largo Campo era il luogo dove i due, segretamente, si incontravano. Ma la differenza sociale tra i due era enorme, lei ricca, lui povero, e il re, saputa la tresca, costrinse il suo compagno a tornare in guerra e relegare Antonella in un monastro di Clausura.
Ma Raimondo tornò dalla guerra e chiese al re di sposare la bella Antonella. Il re acconsentì, a patto che il matrimonio avvenisse di notte, all’insaputa di tutti.
Tuttavia la peste incombeva e la regina Margherita, moglie di Ladislao, si ammalò. Prima di morire confidò a Raimondo un segreto terribile, ovvero che lui aveva sposato la sorella gemella di Antonella, non la donna che amava.
Così Raimondo corse dalla sua Antonella ma, aimè, anche lei si era ammalata.
Alcune voci narrano dello spirito di Raimondo che, nelle notti tempestose, vagherebbe ancora per i vicoli di Salerno in piena disperazione.

gabbo.jpgAdesso mi raccomando, non vi accalcate tutti nello spazio commenti affermando di aver visto anche voi il fantasma di Raimondo nei vicoletti di Largo Campo! Siete sicuri che quello che andrete ad affermare non è normale conseguenza dell’ennesimo Campari e Gin della serata dell’avvistamento? 🙂 Comunque ringrazio Francesco per la bellissima chicca e rinnovo l’invito a valutare seriamente l’acquisto del suo libro “Taniamarina“.

A due anni esatti dalla scomparsa di Gabriele Sandri, giovane tifoso laziale che perse tragicamente la vita nell’aria di servizio di Badia al Pino, come molti di voi ricorderanno, in città sono comparsi dei manifesti che lo ricordano e chiedono giustizia per “Gabbo”, protagonista, suo malgrado, di una delle storie di violenza più sconcertanti degli ultimi anni, che poco ha a che fare con lo sport o il calcio, ma moltissimo con la follia e la superficialità di chi dovrebbe tutelarci…

Vi ricordo sempre di fare una puntantina a Cava de’ Tirreni per l’imperdibile mostra di Giorgio de Chirico alla Galleria Civica d’Arte. Un’occasione più unica che rara per apprezzare da vicino opere imperdibili.
Inoltre non dimenticate che ormai Salerno è in pieno clima Natalizio con le Luci d’artista e va assolutamente visitata ed inoltre, non dimenticate il super concertone di Capodanno con Tiziano Ferro, che ha ufficializzato anche sul suo Sito Internet l’importante evento.

fb.jpgPrevisioni Meteo Salerno (venerdì 13/11 – sabato 14/11 – domenica 15/11) a cura di Fabrizio Raffa:
“Un fine settimana dalle vesti miti approderà sulla nostra penisola regalandoci giornate soleggiate e temperature gradevoli. Il flusso oceanico relegato al nord dell’ arco alpino favorirà la risalita dell’ aria più mite Sahariana facenno impennare le temperature fin sui 20°C. Dato il gran contenuto di umidità che quest’ aria porta con se il cielo non sarà sempre sereno, ma si presenterà come un “tappeto” di nuvole. Mentre noi faremo i conti con l’ aria mite, in località come Bormio e Cervinia è già partita ufficialmente la stagione sciistica; un’Italia dai due volti insomma. Auguro a tutti un buon weekend”

Salerno Smiling People
Foto: Salernofoto.it, *MAleSSIaMO®

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.