Da giovedì 25 a domenica 28 aprile, torna la “Fiera del Crocifisso Ritrovato”

crocifisso salerno,fiera del crocifisso salerno 2013,crocifisso 2013,crocifisso ritrovato 2013,medioevo salerno,centro storico di salerno,anno mille,spettacoli anno mille,giostre anno mille,mercati medievali,rievocazioni storiche,attrazioni,artigianato,degustazioni,mostre,momenti di spettacolo e monumenti aperti,medichesse salernitane,le prime donne medico,scuola medicasalerno,trotula de ruggiero,costanza calenda,abiti d’epoca,antichi mestieri,calendula,menestrelli,saltimbanchi,giocolieri,trampolieri,mangiafuoco,giullari,cantastorie,artisti di strada,statue viventi,bottega s. lazzaro,giuseppe natella,alunni della scuola barra“Vivere il Medioevo”: questo lo slogan dell’edizione 2013 della Fiera del Crocifisso Ritrovato che si svolgerà dal 25 al 28 aprile nel centro storico di Salerno.  La manifestazione, che giunge alla sua undicesima edizione dopo aver fatto registrare numeri da record in termini di crocifisso salerno,fiera del crocifisso salerno 2013,crocifisso 2013,crocifisso ritrovato 2013,medioevo salerno,centro storico di salerno,anno mille,spettacoli anno mille,giostre anno mille,mercati medievali,rievocazioni storiche,attrazioni,artigianato,degustazioni,mostre,momenti di spettacolo e monumenti aperti,medichesse salernitane,le prime donne medico,scuola medicasalerno,trotula de ruggiero,costanza calenda,abiti d’epoca,antichi mestieri,calendula,menestrelli,saltimbanchi,giocolieri,trampolieri,mangiafuoco,giullari,cantastorie,artisti di strada,statue viventi,bottega s. lazzaro,giuseppe natella,alunni della scuola barrapresenze, farà rivivere le atmosfere, le botteghe, gli spettacoli, le giostre e la vita quotidiana dell’anno mille. Il tutto proponendo un vero e proprio tuffo nel passato tra mercati medievali, rievocazioni storiche, attrazioni, artigianato, degustazioni, mostre, momenti di spettacolo e monumenti aperti. Quanto mai peculiare il sottotitolo dell’evento: “Alla scoperta delle medichesse salernitane”, che punterà l’attenzione su di una importante pagina della storia della medicina mondiale, con le figure delle prime donne medico, crocifisso salerno,fiera del crocifisso salerno 2013,crocifisso 2013,crocifisso ritrovato 2013,medioevo salerno,centro storico di salerno,anno mille,spettacoli anno mille,giostre anno mille,mercati medievali,rievocazioni storiche,attrazioni,artigianato,degustazioni,mostre,momenti di spettacolo e monumenti aperti,medichesse salernitane,le prime donne medico,scuola medicasalerno,trotula de ruggiero,costanza calenda,abiti d’epoca,antichi mestieri,calendula,menestrelli,saltimbanchi,giocolieri,trampolieri,mangiafuoco,giullari,cantastorie,artisti di strada,statue viventi,bottega s. lazzaro,giuseppe natella,alunni della scuola barraoperanti proprio nel contesto salernitano, legato all’antica Scuola Medica: da Trotula De Ruggiero a Costanza Calenda. Tra vicoli, piazze ed edifici della storia di Salerno, la tre giorni riproporrà i commerci e l’artigianato che resero famosa la città con la sua Fiera. Dozzine i siti del centro storico interessati, almeno 250 gli artisti di strada, compreso i figuranti e gli interpreti di questo viaggio nel tempo, poi allestimenti storici in abiti d’epoca e la riproposizione di antichi mestieri, e 150 gli stand.  E poi,crocifisso salerno,fiera del crocifisso salerno 2013,crocifisso 2013,crocifisso ritrovato 2013,medioevo salerno,centro storico di salerno,anno mille,spettacoli anno mille,giostre anno mille,mercati medievali,rievocazioni storiche,attrazioni,artigianato,degustazioni,mostre,momenti di spettacolo e monumenti aperti,medichesse salernitane,le prime donne medico,scuola medicasalerno,trotula de ruggiero,costanza calenda,abiti d’epoca,antichi mestieri,calendula,menestrelli,saltimbanchi,giocolieri,trampolieri,mangiafuoco,giullari,cantastorie,artisti di strada,statue viventi,bottega s. lazzaro,giuseppe natella,alunni della scuola barra ancora, migliaia di piante, fiori, essenze, ricette, con il ritorno della «Mascotte Arborea» della fiera, la Calendula: pianta simbolo della gloriosa e millenaria Scuola Medica Salernitana. A contribuire a ricreare il clima medievale ci saranno crocifisso salerno,fiera del crocifisso salerno 2013,crocifisso 2013,crocifisso ritrovato 2013,medioevo salerno,centro storico di salerno,anno mille,spettacoli anno mille,giostre anno mille,mercati medievali,rievocazioni storiche,attrazioni,artigianato,degustazioni,mostre,momenti di spettacolo e monumenti aperti,medichesse salernitane,le prime donne medico,scuola medicasalerno,trotula de ruggiero,costanza calenda,abiti d’epoca,antichi mestieri,calendula,menestrelli,saltimbanchi,giocolieri,trampolieri,mangiafuoco,giullari,cantastorie,artisti di strada,statue viventi,bottega s. lazzaro,giuseppe natella,alunni della scuola barramenestrelli, saltimbanchi, giocolieri, trampolieri, mangiafuoco, giullari, cantastorie, artisti di strada, statue viventi. La Fiera del Crocifisso ritrovato è organizzata dalla Bottega S. Lazzaro con il Comune di Salerno e diversi partners istituzionali e privati. L’edizione 2013 della Fiera del Crocifisso Ritrovato, con il programma dettagliato e tutti gli eventi correlati, verrà presentata ufficialmente martedì 23 aprile, alle ore 10.30, presso la Sala del Gonfalone del Comune di Salerno. Alla conferenza stampa saranno presenti, tra gli altri, il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca e il direttore organizzativo della Fiera, Giuseppe Natella ed alcuni dei protagonisti della kermesse, tra cui gli alunni della Scuola Barra.” (fieradelcrocifissoritrovato.it)

crocifisso salerno,fiera del crocifisso salerno 2013,crocifisso 2013,crocifisso ritrovato 2013,medioevo salerno,centro storico di salerno,anno mille,spettacoli anno mille,giostre anno mille,mercati medievali,rievocazioni storiche,attrazioni,artigianato,degustazioni,mostre,momenti di spettacolo e monumenti aperti,medichesse salernitane,le prime donne medico,scuola medicasalerno,trotula de ruggiero,costanza calenda,abiti d’epoca,antichi mestieri,calendula,menestrelli,saltimbanchi,giocolieri,trampolieri,mangiafuoco,giullari,cantastorie,artisti di strada,statue viventi,bottega s. lazzaro,giuseppe natella,alunni della scuola barraSalerno Smiling People
Foto: Canale di hobosfactory on YT (prt_Scrn); fieradelcrocifissoritrovato.it
Video: Canale di hobosfactory on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

[EVENTO RINVIATO] Il 22 dicembre, la “Notte Bianca Medievale” a Mercatello, Pastena e Torrione

notte bianca natale salerno,notte,bianca,cidec,salerno,notte bianca zona orientale salerno,natale a salerno,zona orientale salerno,notte bianca medievale,pastena,torrione,mercatello,duca d’arechi,giocolieri,giullari,sbandieratori,rievocazione di antichi mestieri,piatti tipici della tradizione salernitana,giacomo la marca,via ventimiglia e via madonna di fatima,villa carrara salerno,piazza monsignor grasso,falconieri del re,gli sbandieratori di cava dei tirreni,concerti di musica a cappella,accampamento degli armigeri,piazza della libertà salerno,trampolieri del teatro del ramino di castigliano,il contrapasso salerno,giullar cortese di firenze,iannatampe,archibugieri di cava,fiabe di natale,dante e beatriceATTENZIONE EVENTO RINVIATO – AGGIORNAMENTO DEL 20/12/2012:
La Notte bianca è stata rinviata a data da destinarsi. Pubblichiamo oggi, giorno in cui è stato ufficializzato il rinvio dell’evento (20/12/2012 ore 16:00), la comunicazione ufficiale consultabile sul Sito della Cidec
La Cidec provinciale di Salerno comunica il rinvio a data da destinarsi della Notte Bianca Medievale prevista per il 22 dicembre nella zona orientale di Salerno. Le avverse previsioni meteo e problemi logistici hanno causato lo spostamento dell’evento. “La manifestazione è stata solo posticipata – spiega il presidente provinciale della Cidec, Giacomo La Marca – le avverse previsioni meteo e alcuni problemi logistici consigliano il rinvio della manifestazione, anche per scongiurare difficoltà legate al traffico. La chiusura alle auto nella zona orientale, in caso di maltempo, creerebbe non pochi problemi alla circolazione alla vivibilità nella zona. Abbiamo dunque deciso di rinviare la manifestazione, probabilmente per l’avvio dei saldi”.” (Cidec)

 ‘E’ ufficiale: il 22 dicembre la zona orientale di Salerno ospiterà la Notte Bianca Medievale, promossa dalla Cidec. Sarà rievocato lo storico arrivo a Salerno del Duca D’Arechi con oltre 250 figuranti, giocolieri, giullari e sbandieratori. Una manifestazione imponente che, oltre al suggestivo corteo che animerà le strade della zonanotte bianca natale salerno,notte,bianca,cidec,salerno,notte bianca zona orientale salerno,natale a salerno,zona orientale salerno,notte bianca medievale,pastena,torrione,mercatello,duca d’arechi,giocolieri,giullari,sbandieratori,rievocazione di antichi mestieri,piatti tipici della tradizione salernitana,giacomo la marca,via ventimiglia e via madonna di fatima,villa carrara salerno,piazza monsignor grasso,falconieri del re,gli sbandieratori di cava dei tirreni,concerti di musica a cappella,accampamento degli armigeri,piazza della libertà salerno,trampolieri del teatro del ramino di castigliano,il contrapasso salerno,giullar cortese di firenze,iannatampe,archibugieri di cava,fiabe di natale,dante e beatrice orientale fino a notte inoltrata, vedrà la presenza di stand di prodotti gastronomici, mercatini natalizi animati da giocolieri, falconieri ed arcieri, una locanda che proporrà i piatti tipici della tradizione salernitana e la rievocazione di antichi mestieri, dal lanaioli al fabbro, dal sellaio al setaio al cartaio. “Ricreeremo questa atmosfera medievale – ha notte bianca natale salerno,notte,bianca,cidec,salerno,notte bianca zona orientale salerno,natale a salerno,zona orientale salerno,notte bianca medievale,pastena,torrione,mercatello,duca d’arechi,giocolieri,giullari,sbandieratori,rievocazione di antichi mestieri,piatti tipici della tradizione salernitana,giacomo la marca,via ventimiglia e via madonna di fatima,villa carrara salerno,piazza monsignor grasso,falconieri del re,gli sbandieratori di cava dei tirreni,concerti di musica a cappella,accampamento degli armigeri,piazza della libertà salerno,trampolieri del teatro del ramino di castigliano,il contrapasso salerno,giullar cortese di firenze,iannatampe,archibugieri di cava,fiabe di natale,dante e beatricespiegato il presidente provinciale della Cidec, Giacomo La Marca – per animare la zona orientale e attrarre turisti e visitatori, sperando, ovviamente, di dare una mano, in questo modo, al commercio, in vista delle festività natalizie. E’ un’idea molto bella, di grande impatto che, siamo certi, richiamerà migliaia di curiosi”. Per la manifestazione sarà chiusa al traffico veicolare la strada nazionale da Mercatello a Torrione dalle ore 18,00 del giorno 22 fino alle ore 3,00 del giorno 23 dicembre. Chiusura al traffico veicolare dalle ore 7,00 del 22 dicembre fino alle ore 2,00 del giorno 24 dicembre in via IV Settembre 1860 (Villa Carrara) dove saranno visitabili le locande del medioevo installate lungo Via Ventimiglia e Via Madonna Di Fatima.

notte bianca natale salerno,notte,bianca,cidec,salerno,notte bianca zona orientale salerno,natale a salerno,zona orientale salerno,notte bianca medievale,pastena,torrione,mercatello,duca d’arechi,giocolieri,giullari,sbandieratori,rievocazione di antichi mestieri,piatti tipici della tradizione salernitana,giacomo la marca,via ventimiglia e via madonna di fatima,villa carrara salerno,piazza monsignor grasso,falconieri del re,gli sbandieratori di cava dei tirreni,concerti di musica a cappella,accampamento degli armigeri,piazza della libertà salerno,trampolieri del teatro del ramino di castigliano,il contrapasso salerno,giullar cortese di firenze,iannatampe,archibugieri di cava,fiabe di natale,dante e beatrice

IL PROGRAMMA
 Il Corteo Storico partirà da Piazza Monsignor Grasso alle ore 19.30 e attraverserà tutta la zona orientale fino a Torrione per poi rientrare a Mercatello alle ore 23.30. Ci saranno i Falconieri del Re, musici itineranti, gli sbandieratori di Cava dei Tirreni. In tutta la zona si terranno Concerti di musica a cappella. In Piazza della Libertà sarà allestito l’accampamento degli armigeri mentre in Piazza Caduti Civili di Brescia si esibiranno i trampolieri del Teatro Del Ramino di Castigliano, i ragazzi dell’associazione Il Contrapasso con lo Spettacolo di danzatori popolari e canti medioevali e il Giullar Cortese di Firenze. In Piazza G. Gloriosi gli artisti del fuoco “Iannatampe’”, gli archibugieri di Cava e spettacoli musicali animeranno il quartiere. In via Marino Freccia spazio alle fiabe di Natale e allo spettacolo Dante e Beatrice. Sabato 22 e domenica 23 dicembre resteranno visibili al pubblico le locande del Medioevo lungo via VI Settembre 1860 (Villa Carrara), via Ventimiglia e via Madonna di Fatima.‘ (cidec.it)

qr code; codice qr, codici qr, codici a barre, codice a barre, codici a barre quadrati, codice a barre quadratoSalerno Smiling People
Foto: cidec.it; salernomagazine.it
Video: ProduzioniPacifico on Vimeo

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.