Handball: La Jomi è Campione d’Italia. A Salerno lo scudetto!

jomi salerno,campione d’italia,sassari handball,nasta,coppola,lamberti,ettaqi,avram,federspieler,arishina,palestra palumbo salerno,scudetto pallamano 2013,scudetto handball 2013,campione d'italia handball 2013,onnis,video jomi salerno,video finale scudetto salerno sassari,gare 3 handball femminileLa Jomi Salerno è campione d’Italia per la terza volta. Il team salernitano ha coronato una stagione straordinaria battendo in una tiratissima finale il Sassari, avversario mai domo e di grande spessore agonistico. Il successo è arrivato a coronamento di una splendida giornata di sport davanti a un migliaio di salernitani letteralmente impazziti per la bella ed avvincente finalissima.
La partenza è degna di una finalissima scudetto. Nasta recupera in extremis capitan Coppola ma decide di utilizzarla solo in fase d’attacco come pivot, alternandola con Lamberti in una sorta di staffetta volante. Sassari va subito sul 2-0, Salerno si scuote e si riporta immediatamente in parità. La partita è equilibratissima, il risultato viaggia sul filo del rasoio. Ogni qual volta Sassari prova a mettere la testa avanti, Salerno ribatte. Il clima agonistico è elevato, il punteggio è basso ed i gialli fioccano. Il sospirato pareggio arriva al 9’ grazie ad Ettaqi, seguito subito dopo dal primo vantaggio della gara per la Pdo grazie ad un micidiale uno due firmato Avram e Federspieler (10-8 al 7’).  Una gioia effimera visto che Arishina con un paio di magie trascina Sassari al contro break e riporta avanti le ospiti (10-12 al 3’). Ancora Federspieler limita i danni e la prima frazione si chiude sul vantaggio minimo di Sassari (12-13). Manca un minuto, Sassari ha la palla dello scudetto. A 44’’ dalla fine la svolta. Onnis, la veterana delle sarde, si procura un quattro metri che lei stessa s’incarica di battere. Cala il silenzio sulla Palumbo. Onnis contro Prunster.
L’estremo difensore altoatesino ipnotizza il capitano sardo parando di piede, la respinta è corta la palla rotola ancora tra le mani di Onnis che tira ma davanti a sé trova ancora una immensa Prunster che para ancora  e da il la al contropiede. La palla finisce ad Avram che con potenza e classe realizza, a 19’’ dalla sirena, la rete del 26-25 per la Jomi. La Palumbo esplode, il traguardo si sta materializzando nella maniera più bella ed emozionante. Sassari ci prova ma la Jomi si difende con le unghie e i denti fino alla sirena. L’invasione di campo pacifica viene però stoppata dagli arbitri che fischiano un sette metri per le sarde. E’ l’ultima emozione di una finale thrilling: Arishina trova il muro di Salerno che così conquista lo scudetto 2013. Salerno impazzisce, è ancora tricolore. (Fonte: pdosalerno.it)

jomi salerno,campione d’italia,sassari handball,nasta,coppola,lamberti,ettaqi,avram,federspieler,arishina,palestra palumbo salerno,scudetto pallamano 2013,scudetto handball 2013,campione d'italia handball 2013,onnis,video jomi salerno,video finale scudetto salerno sassari,gare 3 handball femminileSalerno Smiling People
Foto: *Maxio75 on Pinterest
Video: *Maxio75 on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Jomi Salerno: sabato 11 alla Palumbo “Gara 3” che assegna lo scudetto

jomi salerno,finale scudetto gara tre,palestra palumbo,pallamano salerno,handball salerno finale scudetto,squadra handball salerno scudetto,finale scudetto handball femminile 2013,salerno sassari handballTutto in sessanta minuti. La Jomi si gioca un’intera e già ricca stagione nella terza e decisiva gara di “bella” della finale scudetto, sarà gara senza appello. Chi vince tra Salerno e Sassari si aggiudica l’ambito scudetto, chi perde si leccherà le ferite, pensando e ripensando all’occasione perduta. Ovvio che il team salernitano, forte del vantaggio di giocare tra le mura amiche la partita decisiva, neanche prende in considerazione l’ipotesi di una sconfitta, di un  passaggio a vuoto che sarebbe deludente assai e che non darebbe giustizia ad una stagione che ha visto le salernitane, nonostante le tante perdite rispetto alla scorsa stagione, Pavlik, Viunajte e Crvenkoska per fare qualche nome, e il gravissimo infortunio capitato a Pina Napoletano proprio nella fase decisiva della stagione, sempre dettare legge come dimostrano i successi ottenuti in Supercoppa e Coppa Italia.
Sessanta minuti che decideranno la stagione, atto finale di un campionato ridotto nei contenuti ma non per questo poco avvincente come stanno dimostrando i play off scudetto tiratissimi e molto equilibrati. Davanti al pubblico amico che si preannuncia, come da copione, caldo e massiccio la Jomi, allora, vorrà chiudere a proprio favore la partita, l’ennesima infinita sfida con la storica rivale sarda, quel Sassari che, al pari, di Salerno ha dalla sua forza e tradizione. Le prime due gare della serie finale hanno fornito riscontri, almeno sulla carta, identici. Vittoria con otto gol di scarto della Jomi alla Palumbo, successo con nove reti di scarto, per il Sassari al PalaSantoru. Ma il dato numerico non dice fino in fondo la verità ed è questo il punto sul quale in questi giorni il team guidato da Giovanni Nasta sta lavorando e ricaricandosi. Gara Uno fu, in pratica, partita senza storia, con la Jomi a guidare sempre con un considerevole margine di vantaggio ed il Sassari praticamente fuori partita. Nella gara di ritorno, invece, le due squadre hanno lottato gomito a gomito fino al minuto 45 quando la Jomi, fallite tre occasioni per riportare la partita in parità, si è lasciata andare consegnandosi alle agguerritissime sarde e chiudendo molto male. Il tutto senza dimenticare il pesante forfait del capitano Antonella Coppola, in campo per 15 minuti alla Palumbo, e assente a Sassari.
Sabato, però, sarà una partita diversa dalle due precedenti – ammonisce il d.s. Loria – una gara sicuramente condizionata dall’importanza della posta in palio. Le gare di bella sono sempre molto particolari, si vincono soprattutto con la testa, con i nervi. E’ impensabile, infatti, che in un arco temporale così breve le squadre possano cambiare pelle e fisionomia, può, invece, cambiare l’approccio. Ovvio che a noi c’è capitata la sfortuna di arrivare a questo punto della stagione senza due pedine di fondamentale importanza, un handicap di non poco conto, al quale dovremo sopperire con ancora maggiore determinazione”.” (fonte: pdosalerno.it)

Salerno Smiling People
Foto: pdosalerno.it

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Handball: Jomi Salerno si aggiudica gara uno di finale scudetto!

handball salerno,jomi salerno,handball femminile,pallamano femminile,scudetto pallamano femminile,finale scudetto handball italia,salerno campione d'italia,palestra palumbo salerno,sassari handball, Pina Napoletano,Avram, federspieler, Pruenster, Klimek, Madella, Lamberti, Diome e Ettaqui, Alperan-Scevola,  Missione compiuta alla Palumbo, la Jomi Salerno si aggiudica nettamente gara uno di finale scudetto con il risultato di 35-27. Il Sassari, giunto a Salerno con propositi bellicosi, forse convinto di poter sbancare il catino della Palumbo, ridotto ai minimi termini. Merito di una prestazione collettiva impeccabile, di un gruppo capace di superare senza affanni i pochi momenti critici. Fanno festa i circa 1000 spettatori che hanno gremito l’impianto del torrione in ogni ordine di posto, partecipando con emozione e grande calore ad una gara bella, spettacolare e avvincente. Già costretta a rinunciare al prezioso apporto di Pina Napoletano, la Jomi è stata costretta a fare a meno, a metà del primo tempo, anche del capitano Coppola. Assenza pesante ben sopperita da una strepitosa Avram capace di interpretare con autorevolezza anche un ruolo non abituale. Ispirata in Federspieler, autrice di 14 realizzazioni, sicura in Pruenster e Klimek, esplosiva con Madella, Lamberti, Diome e Ettaqui, la squadra salernitana non ha avuto particolari difficoltà a gestire la gara anche nei pochi momenti durante i quali il Sassari ha provato a rialzare il capo. Archiviata la gara d’andata, sabato in Sardegna il match di ritorno. La Jomi ha il “paracadute” della gara di Bella da disputare, eventualmente in casa, ma l’obiettivo è quello di chiudere i conti e assicurarsi lo scudetto, già sabato prossimo.
Jomi Salerno: Federspieler 14 , Avram 6, Klimek 5, Ettaqi 3, Coppola 1, Madella 2 , Prunster, Diome 1 , Lamberti 3, De Santis, Ferrentino , Iacovello, Ragone. All: Giovanni Nasta
Sassari: Onnis 6, Contini 3, Furlanetto 4, Giudice, Bergallo, Albertini 2, Arishina 6, Cozzi 1, Belardinelli 1, Belotti 4, Falchi, Morreale. All. Carlo Baroffio
P.T. 16- 9 Risultato finale 35-27 – Arbitri: Alperan-Scevola” (pdosalerno.it)

handball salerno,jomi salerno,handball femminile,pallamano femminile,scudetto pallamano femminile,finale scudetto handball italia,salerno campione d'italia,palestra palumbo salerno,sassari handball, Pina Napoletano,Avram, federspieler, Pruenster, Klimek, Madella, Lamberti, Diome e Ettaqui, Alperan-Scevola,  Salerno Smiling People
Foto: pallamanoitalia.it

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Handball – Jomi Salerno, sabato la Supersfida contro Sassari

jomi salerno,sassari handball,palestra palumbo,pallamano salerno,pallamano femminile,campionato italiano di handball femminile,coach nasta,allenatore handball salerno,arishina,nuoro,presidente pes,palestra a torrione,palestra esercito guide,tifosi handball,tifosi salerno,squadre sportive di salerno,salerno scudettoUna partita che può valere una stagione. E’ quella che la Jomi Salerno disputerà sabato alla Palumbo, ospite l’avversario di sempre: il Sassari. In palio tre punti che valgono la prima posizione in classifica al termine della seconda fase e, dunque, la pole position nei play off scudetto. Appaiate in testa alla classifica, con le salernitane in vantaggio negli scontri diretti, Jomi e Sassari giocheranno la partita della vita; il successo garantirebbe un vantaggio di non poco conto nelle gare finali, la “bella” in casa in un’eventuale finale. Per il resto i giochi sono già fatti. Il Mestrino ha chiuso al quarto posto e dunque attende la vincente dello scontro diretto in semifinale, il Conversano è terzo e se la vedrà con la perdente.
Ora tocca a noi – dice coach Nasta – tocca a noi valorizzare tutto quello che di buono abbiamo fatto fino ad oggi. Battere il Sassari sabato davanti al nostro caldo e appassionato pubblico ha una duplice valenza. Da un punto di vista formale ci garantiremmo la prima posizione e dunque il vantaggio di giocare sempre alla Palumbo la gara di bella sia in semifinale che in un’eventuale finale, ma anche un vantaggio sostanziale perchè ribadiremmo alle nostre più temibili avversarie la nostra forza”.
Sarà partita bella e spettacolare quella in programma sabato che richiamerà sugli spalti dell’impianto del torrione il pubblico delle grandi occasioni. “Di questo ne siamo sicuri – prosegue Nasta – quando giocano Salerno e Sassari lo spettacolo è sempre assicurato. Ovvio che allo spettacolo noi vogliamo abbinare anche una vittoria”. Le sarde giungono all’appuntamento dopo aver ulteriormente rinforzato l’organico. In extremis il club del presidente Pes ha ingaggiato la russa Arishina, fino a qualche tempo fa bocca di fuoco del Nuoro. “Un ingaggio importante – sottolinea il tecnico della Jomi – perchè accresce le potenzialità offensive di una squadra già molto competitiva. Noi contrapporremo a questa forza la nostra organizzazione, la grande determinazione, la voglia di confermarci al vertice del movimento”.‘ (fonte: pdosalerno.it)

jomi salerno,sassari handball,palestra palumbo,pallamano salerno,pallamano femminile,campionato italiano di handball femminile,coach nasta,allenatore handball salerno,arishina,nuoro,presidente pes,palestra a torrione,palestra esercito guide,tifosi handball,tifosi salerno,squadre sportive di salerno,salerno scudetto, mestrino handball, conversano handballSalerno Smiling People
Foto: pdosalerno.it

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Pallamano femminile: la Jomi Salerno vince la Coppa Italia!

pallamano femminile,handball salerno,soppa italia handball,salernitana,l'aquila,jomi salerno,pdo salerno,sassari,coppa italia,palestra palunbo,finale coppa italia pallamano,napoletano,da veira,porromutoUn weekend sportivo, il primo del 2013, che non poteva concludersi nel migliore dei modi per le squadre cittadine. Infatti, se la Salernitana si prende i 3 punti anche a L’Aquila e si porta a +8 dal terzo posto (ricordiamo che le prime due in classifica saranno direttamente promossepallamano femminile,handball salerno,soppa italia handball,salernitana,l'aquila,jomi salerno,pdo salerno,sassari,coppa italia,palestra palunbo,finale coppa italia pallamano,napoletano,da veira,porromuto,baroffio,nasta nel prossimo campionato di Prima Divisione di LegaPro), le ragazze della Jomi Salerno, battendo il Sassari, vincono la Coppa Italia, bissando così il successo dello scorso anno!
Stamattina il pubblico salernitano è accorso numeroso per onorare la finale di Coppa tra Sasssari e la Jomi Salerno, società ospitante della manifestazione.
Finale dura come da pronostico, le due formazioni difendono a denti stretti il risultato che per più di venti minuti del primo tempo è stato sempre equilibrato, troppe palle perse per le salernitane  e qualche sette metri concesso di più alle sarde, ha consentito alle ragazze di Baroffio di rientrare nello spogliatoio sopra di due reti (12-10). Top player del primo tempo per la Jomi Napoletano 5 reti, per le sarde Da Veira 5 reti.
Secondo tempo da fiato sospeso per tutti i 30 minuti la gara è stata tiratissima e con un continuo batti e ribatti tra le due formazioni, solo al 14” Ettaqi con una doppietta rimonta sulle sarde.
Alla fine la Jomi Salerno la spunta e vince la sua terza coppa Italia targata PDO(23-24), la seconda consecutiva alla guida di coach Nasta. Sorretti da un calorosissimo pubblico e con la colonna sonora dei Campioni le ragazze di coach Nasta, alzano la loro meritata Coppa consegnatagli per l’occasione dal Presidente Federale Porromuto.
Appuntamento a sabato prossimo per la ripresa del campionato quando la Jomi Salerno incontrerà ancora una volta il Sassari tra le mura di casa.
Jomi Salerno: Federspieler 4 , Avram 3 , Klimek 4, Ettaqui 3, Coppola 1 , Madella , Prunster, Diome , Lamberti, De Santis, Napoletano 9 , Ferrentino, Iacovello. All: Giovanni Nasta
Sassari: Onnis 5 , Contini 1, Furlanetto , Albertini 3 , Alarcon , Piu, Belardinelli , Belotti 9, Bergallo, Falchi, Da Silva 5, Giudice. All: Carlo Baroffio” (PDOSalerno)

qr code, qr, code, codice a barre quadrato, codici a barre quadratiSalerno Smiling People
Foto: pdosalerno.it

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.