Un caffè o un succo di frutta per chi ricicla plastica e alluminio a Salerno.

raccolta differenziata,macchinario per raccogliere lattine e bottiglie di plastica,autorità portuale di salerno,iniziative per la raccolta differenziata,raccolta differenziata in germania,rifiuti campania,emergenza rifiuti in campania,salerno rifiuti,riciclo plastica,riciclo alluminio,vaffè,succo di frutta,cioccolatinoSulla falsa riga di quanto accade a Berlino (ma non solo), almeno dal 2009, dove oltre alla raccolta differenziata base ogni supermercato ha delle macchinette automatiche che ti pagano 0,25€ a bottiglietta di plastica PET e 0,08€ per ogni bottiglia di vetro (QUI un post relativo alla raccolta differenziata in Germania), anche a Salerno, grazie all’Autorità Portuale cittadina, la raccolta differenziata vale.

Al Porto turistico “Masuccio Salernitano” la raccolta differenziata vale.
Non si tratta di uno scherzo, ma nella nostra Regione, dove il fenomeno della raccolta dei rifiuti è così complesso, si è attivato un metodo per incentivare la “vendita” di ciò che prima era rifiuto, privilegiando la raccolta differenziata.
E’ l’iniziativa fortemente voluta dall’Autorità Portuale di Salerno che, al fine di incentivare la raccolta differenziata all’interno del Porto turistico “Masuccio Salernitano”, ha acquistato un macchinario per raccogliere le lattine e le bottiglie di plastica, che ha attivato con la collaborazione della Lega Navale di Salerno.
Basta recarsi presso la struttura, inserire nel macchinario le lattine di alluminio e le bottiglie di plastica vuote, prendere il buono rilasciato dalla macchina ed avere in omaggio:
a. un cioccolatino a chi conferisce n. 2 pezzi;
b. un caffè a chi conferisce n. 10 pezzi;
c. un succo di frutta a chi conferisce n. 20 pezzi.‘ (porto.salerno.it)

raccolta differenziata,macchinario per raccogliere lattine e bottiglie di plastica,autorità portuale di salerno,iniziative per la raccolta differenziata,raccolta differenziata in germania,rifiuti campania,emergenza rifiuti in campania,salerno rifiuti,riciclo plastica,riciclo alluminio,vaffè,succo di frutta,cioccolatinoSalerno Smiling People
Foto: youservice.it

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Dal 1° maggio piatti e bicchieri di plastica si differenziano

raccolta differenziata,salerno raccolta differenziata,anci-conai,piatti di plastica differenziata,bicchieri di plastica differenziata,anci conaiDal 1° maggio novità nella raccolta differenziata dei rifiuti, piatti e bicchieri monouso in plastica faranno parte dei prodotti che è possibile inserire nella raccolta differenziata degli imballaggi in plastica. L’accordo siglato a livello nazionale lo scorso 21 marzo dalraccolta differenziata,salerno raccolta differenziata,anci-conai,piatti di plastica differenziata,bicchieri di plastica differenziata,anci conai Comitato di Coordinamento ANCI-CONAI, ha infatti deliberato l’estensione della raccolta differenziata a piatti e bicchieri di plastica “usa e getta” che saranno poi destinati al Consorzio Corepla per il riciclo.
Per garantire una raccolta differenziata di qualità occorrerà tuttavia seguire alcuni piccoli accorgimenti. I piatti e i bicchieri non dovranno essere sporchi di cibo per non “inquinare” il resto della raccolta e dovranno quindi essere svuotati e puliti dai residui di alimenti prima di raccolta differenziata,salerno raccolta differenziata,anci-conai,piatti di plastica differenziata,bicchieri di plastica differenziata,anci conaiessere conferiti nella raccolta differenziata. Occorre, inoltre, tener presente che la nuova disposizione riguarda solo bicchieri e piatti “monouso”: rimangono esclusi e devono quindi essere gettati neiraccolta differenziata,salerno raccolta differenziata,anci-conai,piatti di plastica differenziata,bicchieri di plastica differenziata,anci conai contenitori per i rifiuti indifferenziati piatti e bicchieri in plastica dura riutilizzabili. Stessa destinazione anche per le posate in plastica e i bastoncini per mescolare le bevande poiché, in base alla direttiva 2004/12/CE del Parlamento europeo, non possono essere considerati imballaggi. La raccolta differenziata,salerno raccolta differenziata,anci-conai,piatti di plastica differenziata,bicchieri di plastica differenziata,anci conairaccolta differenziata della plastica, infatti, riguarda solo gli oggetti concepiti per contenere, proteggere e trasportare delle merci.
Si ricorda, inoltre, che per l’attuale normativa non sono considerati imballaggi e dunque non vanno gettati nella plastica anche giocattoli, attrezzature da cucina, piccoli elettrodomestici, appendiabiti, tubi da giardinaggio, spazzole, rasoi, accendini, penne, guanti, dvd e vhs. Si invitano, pertanto, i cittadini a continuare a differenziare e a conferire nei contenitori appositi per la raccolta della plastica: bottiglie, flaconi, vaschette in polistirolo, reti e cassette per la frutta e verdura, pellicole di imballaggio, contenitori e barattoli per alimenti e cosmetici.
(fonte: comunedisalerno.it)

QR CODE, Codici a barre, Codice a barre, CODE QRSalerno Smiling People
Foto: ecodallecitta.it; adnkronos.com; movimentovalledora.org; genitronsviluppo.com; youservice.it
Video: incoerenzesalerno on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Salerno, il ‘gioiello’ della raccolta differenziata meridionale.

SalernoSalerno, il gioiello della raccolta differenziata meridionale’ è testualmente quanto riportato dall’Ansa nell’agenzia delle ore 12:07 del 14 luglio 2011, in merito al premio ‘Comuni Ricicloni 2011‘ promosso da Legambiente. Ecco il testo completo (fonte: Ansa.it)
‘ROMA – In Italia un comune su 6 supera il 60% di raccolta differenziata. La miglior gestione si trova nel nord-est del Paese, dove si trova anche la miglior amministrazione in assoluto: Ponte nelle Alpi (Bl) e’, infatti, per il 2/o anno ilcomuni ricicloni 2011,salerno differenziata,dati raccolta differenziata salerno 2011,comune di salerno,raccolta differenziata comune piu’ virtuoso. Seguono Bedollo (Tn) e Ziano di Temme (Tn). E’ quanto emerge dal rapporto di Legambiente ‘Comuni ricicloni 2011’, patrocinato dal ministero dell’Ambiente, che, nel corso della presentazione oggi a Roma, ha premiato i vincitori di questa edizione.
Sono 1.289 i comuni che possono fregiarsi del titolo di ‘ricicloni’ 2011 per aver superato il 60% di raccolta differenziata (448 quelli oltre il 50%). Di questi, 731 si riconfermano ormai da tre anni. Le 5 regioni piu’ virtuose sono al nord anche se la Lombardia perde colpi. Buone, invece, le performance in Sardegna e in Campania. Rimangono assenti le grandi comuni ricicloni 2011,salerno differenziata,dati raccolta differenziata salerno 2011,comune di salerno,raccolta differenziatacitta’, anche se Torino (al 42% con punte del 60% dove c’e’ la raccolta domiciliare) e Milano (ferma al 35% ma con il 98% di purezza dell’umido su 200.000 abitanti) fanno qualche passo. Bocciate Roma e Napoli. Il sud e le isole rimangono indietro: solo 5 capoluoghi centrano l’obiettivo, tra questi Salerno, il ‘gioiello’ della raccolta differenziata meridionale.
I comuni ricicloni evitano 7 milioni di tonnellate di rifiuti in discarica contribuendo a tagliare circa 3.000.000 di tonnellate di CO2. ”Rimangono ancora ampie zone problematiche – afferma Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente – soprattutto a carico delle metropoli”. (ANSA)

Sul Sito ufficiale di Legambiente invece, è possibile al seguente link prendere visione dell’intero Comunicato stampa relativo a ‘Comuni ricicloni 2011’

Salerno Smiling People
Foto: Maria Saggese

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

Il Sud differente

Giffoni sei casali.jpgLa segnalazione di oggi è un interessantissimo articolo di Marco Boschini, che vi propongo, pubblicato nella sezione “Ambiente & Veleni” de “Il Fatto Quotidiano“. Nell’articolo di Boschini, pubblicato domenica 27 febbraio, si parla di un Sud differente, quel Sud che vede la Provincia di Salerno e, nello specifico Giffoni Sei Casali, eccellenza assoluta in materia di ambiente e Comuni virtuosi.

Il Sud differente
Se da domani capiterete dalle parti di Giffoni Sei Casali, comune di circa 6.000 abitanti nella provincia di Salerno, non troverete più inIl Fatto Quotidiano.jpg circolazione buste di plastica. Il Comune infatti ha deciso di supportare il divieto, entrato finalmente in vigore anche nel nostro Paese, di utilizzare borse usa e getta per la spesa, distribuendo gratuitamente una sporta riutilizzabile per ogni nucleo familiare del territorio.
Questa scelta non stupisce, se consideriamo che Giffoni Sei Casali già nel 2010 salì agli onori delle cronache per l’ottima percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti (la media si aggirava intorno all’85%). All’inizio di quest’anno, è poi risultato tra i primi Comuni in Italia e in assoluto il primo del centro-sud dopo aver raggiunto, nell’ultimo mese dell’anno, la cifra record del 94%, un vero primato nazionale.
Grazie alla collaborazione di tutti i cittadini, il comune è diventato un modello da emulare. In un territorio apparentemente ostile, dove da 16 anni si racconta di una costante e irrisolvibile emergenza rifiuti, ecco accadere il miracolo. E’ bastata una classe dirigente sobria e capace, una strategia lungimirante che ha affiancato al no per la costruzione di un nuovo inceneritore un sì progettuale, concreto e chiaro.
Il Fatto Quotidiano Logo.gifDunque il cambiamento è possibile, si può anche qui fare un’ottima raccolta differenziata, ridurre a monte la produzione inutile dei rifiuti, attivare progetti che modificano gli stili di vita quotidiani delle comunità locali, mettendo in moto un circolo virtuoso del buonsenso.  In questo modo, però, viene meno ciò che giustifica le politiche di emergenza infinita, il ricorso agli inceneritori, ai commissari, agli eserciti per sedare la protesta dei cittadini…
‘Si tratta realmente di un evento straordinario – ha affermato il sindaco Gerardo Marotta – Avevamo preso un impegno: entro il 2010 il 90%. Evidentemente a Giffoni Sei Casali i rifiuti non si bruciano, bensì si riciclano. Noi ‘bruciamo’ solo i tempi nel produrre qualità della vita e vivibilità sociale. Stiamo rendendo evidente – ha proseguito il sindaco – che è possibile raggiungere percentuali altissime di differenziata, rendendo i cittadini protagonisti delle scelte fondamentali della loro stessa vita.”
Parole sante, di un ottimo amministratore locale. Per la cronaca, Giffoni Sei Casali (Salerno) è uno dei 51 comuni iscritti all’Associazione Comuni Virtuosi.’
” (Fonte: ilfattoquotidiano.it articolo a firma di Marco Boschini)

Salerno Smiling People
Foto: ilfattoquotidiano; wikipedia.org;

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

 

Monnezza, questa sconosciuta.

wrd.jpgE’ a tutti gli effetti una parola dialettale campana ormai entrata di diritto nello slang quotidiano di cittadini appartenenti a tutte le regioni italiane. Basta pronunciarla… Monnezza … e le associazioni si sprecano: emergenza rifiuti, spazzatura sulle strade, cassonetti bruciati, termovalorizzatori, blocchi stradali, Napoli e tanto altro ancora. Ma la parola “monnezza” è, da qualche anno a questa parte (ed aggiungo anche antipaticamente), associata unicamente alla Campania, a causa dell’emergenza rifiuti di poco più di un anno fa a Napoli ed interland napoletano ….. già! ..Napoli. I cugini partenoperi, da sempre, accorporano al loro nome la Campania tutta, quando poi, lo ricordo (anche con un po’ di ironia) la Campania è anche e soprattutto: Salerno, Benevento, Avellino e Caserta.
Tornando alla monnezza quindi, spesso, in passato, proprio per quanto detto sopra, nel mondo intero si è creduto che la Campania, Salerno compresa, fosse totalmente sommersa da rifiuti di ogni tipo e specie. Ma la verità è che noi, Salernitani, questa monnezza per strada, queste montagne di sacchetti accumulati per le vie di Salerno, mica li abbiamo mai visti? Eh si, emergenza rifiuti nella città del principe Arechi non vi è mai stata, eppure …. ancora oggi se mi allontano fuori regione e dico che provengo da Salerno, mi viene rinfacciata la storia della spazzatura, oltre che il classico “Napoli, Salerno, sempre quello è!”.
Aggiungo, giusto come dato di cronaca e giusto perchè credo sia corretto sfatare una volta e per tutte questa dipendenza secolare da Napoli, anche attraverso l’uso della Monnezza, che Salerno è il primo capoluogo del meridione d’Italia e tra i primi dieci d’Italia per raccolta differenziata, o meglio, caro milanase, qualora dovessi di nuovo incontrarmi e parlarmi della Monnezza e dell’emergenza Monnezza, ti ricordo, che stai messo molto peggio tu e che io, la Monnezza, l’ho vista in Tv proprio come te ed inoltre cerca di differenziare bene la tua spazzatura oltre che studiare un po’ di più la geografia e cerca di entrare almeno fra i primi 50 comuni italiani per raccolta differenziata e forse poi, potremmo continuare ad avere uno scambio di battute. Ti ricordo che i bicchieri ed i piatti di plastica vanno inseriti nel contenitore dell’indifferenziato e non nella plastica, proprio come io faccio da tanto, tantissimo tempo. Chiaro?

Salerno Smiling People
Foto: ®Loredana Mollo

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.