Settimana Santa d’arte ai Musei provinciali, oltre 4.000 i visitatori

Settimana Santa, Musei provinciali Salerno, Palazzo S. Agostino, Pasquetta, Museo archeologico provinciale della Lucania occidentale all’interno della Certosa di Padula, Castello Arechi, Museo Castello Arechi,Pinacoteca provinciale di Salerno, Paolo Signorino, Museo archeologico provinciale di Salerno, Museo archeologico provinciale di Nocera Inferiore, Museo di Villa De Ruggiero (Raap) a Nocera Superiore, Matteo Bottone,Antonio Iannone,  Settimana Santa d’arte e cultura nei Musei provinciali, con oltre 4.000 visitatori nei siti di competenza di Palazzo S. Agostino, incentivati dall’apertura straordinaria a Pasquetta di sette plessi. Oltre 2.000 le persone che hanno deciso di trascorrere i giorni di festa facendo visita al Museo archeologico provinciale della Lucania occidentale all’interno della Certosa di Padula. Novecentotrenta presenze al Castello Arechi, che si conferma tra le destinazioni più gettonate della rete provinciale.
Circa 600 persone hanno scelto la Pinacoteca provinciale di Salerno, dove è in corso la mostra “Per Europa” di Paolo Signorino, che prosegue fino al 23 aprile 2013. Un dato interessante si è registrato anche al Museo archeologico provinciale di Salerno, con 230 visitatori. Dalla riapertura avvenuta lo scorso 18 febbraio, il Museo è tra le tappe fisse della visita in città da parte dei turisti italiani e stranieri, oltre che di scolaresche e residenti: ad oggi sono più di 2.300 gli accessi registrati nei primi 40 giorni, compresa la serata di riapertura.
Nella settimana di Pasqua, inoltre, in 150 si sono recati al Museo archeologico provinciale di Nocera Inferiore e in 140 al Museo di Villa De Ruggiero (Raap) a Nocera Superiore.
«A fronte del grande successo registrato nel periodo pasquale, grazie anche all’apertura straordinaria dei Musei per il giorno di Pasquetta, abbiamo già previsto di ripetere l’iniziativa per la festività del 25 aprile – spiega l’assessore al patrimonio, alla cultura e ai beni culturali, Matteo Bottone – Mi auguro che sempre più visitatori vorranno approfittare di questa opportunità offerta dall’Amministrazione provinciale guidata dal presidente Antonio Iannone per garantire la più ampia fruizione e valorizzazione del nostro patrimonio culturale».” (provincia.salerno.it)

settimana santa,musei provinciali salerno,palazzo s. agostino,pasquetta,museo archeologico provinciale della lucania occidentale all’int,castello arechi,museo castello arechi,pinacoteca provinciale di salerno,paolo signorino,museo archeologico provinciale di salerno,museo archeologico provinciale di nocera inferiore,museo di villa de ruggiero (raap) a nocera superiore,matteo bottone,antonio iannoneSalerno Smiling People
Foto: provincia.salerno.it

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

“Popolo ‘e Tammurriata”: Da venerdì a domenica appuntamento all’Ex tabacchificio Centola

Popolo 'e Tammurriata, musica popolare salerno, musica popolare pontecagnano, festival musica popolare,Associazione Daltrocanto, Ernesto Sica, Raffaella Gaeta,Tabacchificio Centola, Settimana Santa, canti di lavoro,  serenate d’amore, cantate a dispetto, tarantelle, tammorriate, Antonio Giordano, Paolo Apolito, videomostre a cura di Jacopo Naddeo, Pino Latronico, Alfio Giannotti, Cantori, suonatori, ballatori, appassionati, simpatizzanti, “Popolo ‘e Tammurriata” compie il quinto anno di età, confermandosi a pieno titolo tra i principali festival e raduni nazionali dedicati alla musica popolare. La manifestazione, organizzata dall’Associazione Daltrocanto con il sostegno dell’Amministrazione comunale (del comune di Pontecagnano ndr), in particolare del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessore alla Cultura Raffaella Gaeta, si terrà quest’anno da venerdì 8 marzo a domenica 10 marzo all’interno del complesso ex Tabacchificio Centola.
L’evento, a differenza delle precedenti edizioni, ognuna dedicata a un tema specifico, si configura questa volta come una vera e propria vetrina a disposizione dellePopolo 'e Tammurriata, musica popolare salerno, musica popolare pontecagnano, festival musica popolare,Associazione Daltrocanto, Ernesto Sica, Raffaella Gaeta,Tabacchificio Centola, Settimana Santa, canti di lavoro,  serenate d’amore, cantate a dispetto, tarantelle, tammorriate, Antonio Giordano, Paolo Apolito, videomostre a cura di Jacopo Naddeo, Pino Latronico, Alfio Giannotti, Cantori, suonatori, ballatori, appassionati, simpatizzanti, eccellenze e delle nuove speranze dell’attuale panorama musicale popolare. Dai canti della Settimana Santa a quelli di lavoro; dalle serenate d’amore alle cantate a dispetto; dalle tarantelle alle tammorriate; attraversando regioni e dialetti, scavando e scoprendo il nuovo che si fonde con l’antico, la tradizione che diventa attuale nella vita dei giovani e nel ricordo degli anziani. Strumenti, voci, passi senza dimenticare i luoghi, abbandonati, ritrovati, riadottati e riadattati. E proprio di “Spazi ideali, reali e virtuali per la musica popolare” ragioneranno sabato, in apertura della serata, il presidente dell’Associazione Daltrocanto Antonio Giordano, il professore Paolo Apolito e il Sindaco di Pontecagnano Faiano Ernesto Sica.
popolo 'e tammurriata,musica popolare salerno,musica popolare pontecagnano,festival musica popolare,associazione daltrocanto,ernesto sica,raffaella gaeta,tabacchificio centola,settimana santa,canti di lavoro,serenate d’amore,cantate a dispetto,tarantelle,tammorriate,antonio giordano,paolo apolito,videomostre a cura di jacopo naddeo,pino latronico,alfio giannotti,cantori,suonatori,ballatori,appassionati,simpatizzantiNei corso dei tre giorni della manifestazione accanto alla musica, protagonista principale, anche le immagini avranno il loro ruolo fondamentale attraverso le videomostre a cura di Jacopo Naddeo, Pino Latronico e Alfio Giannotti, così come grande spazio sarà destinato alle esposizioni di strumenti tradizionali, artigianato creativo e prodotti tipici locali, per toccare con mano la “resistenza” di realtà produttive artigianali e poter ritrovare gusti a volte dimenticati. E se incontro, scambio e partecipazione sono i presupposti dell’intero progetto, l’approdo non può che consistere in una grande festa popolare: come consuetudine vuole, infatti, anche quest’anno la manifestazione si concluderà con la tammurriata collettiva della domenica sera. Cantori, suonatori, ballatori, appassionati, simpatizzanti e semplici spettatori saranno avvolti e coinvolti dalla musica delle tammorre e dai passi della danza. L’ingresso è libero e gratuito.
Info: www.daltrocantoweb.org; facebook: Popolo ‘e Tammurriata; info@daltrocantoweb.org; direzione 328 7254831; comunicazione 328 8596778; coordinamento 338 6908756.’ (Ufficio Stampa – Comune Pontecagnano)

popolo 'e tammurriata,musica popolare salerno,musica popolare pontecagnano,festival musica popolare,associazione daltrocanto,ernesto sica,raffaella gaeta,tabacchificio centola,settimana santa,canti di lavoro,serenate d’amore,cantate a dispetto,tarantelle,tammorriate,antonio giordano,paolo apolito,videomostre a cura di jacopo naddeo,pino latronico,alfio giannotti,cantori,suonatori,ballatori,appassionati,simpatizzantiSalerno Smiling People
Foto: comune.pontecagnanofaiano.it
Video: Canale di Daltrocantoweb on YT

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.