Ferragosto rosso, anzi Granata

ilove.jpgEd è sempre così… neanche il tempo di effettuare il cambio di stagione, rendersi conto che l’estate è alle porte, indossare un paio di volte il costume e le infradito, controllare il calendario e …. “Caspita! E’ Ferragosto (ed io ancora devo andare in ferie)”.
Giusto il tempo di rendersi conto che un’altra estate sta per essere consegnata ai ricordi e agli scatti della digitale, e subentra subito la voglia e la frenesia di trascorrere un Ferragosto piacevole all’insegna del “pancia mia fatti capanna”. Irrinunciabile la classica gita fuori porta, proprio come irrinunciabile è prendere finalmente a gavettoni in faccia chi quest’estate ci è stato un po’ antipatico. Dove si và? Che si fà? Questa la raccolta degli eventi per il fine settimana Salernitano:

Venerdì 14, da non perdere assolutamente, il “Palio del ciuccio” a Cuccaro Vetere. Bellissima e simpaticissima manifestazione che proprio venerdì vedrà sfidarsi cavalieri in sella ad asini nel “Ciuccio Village” appositamente allestito. Sempre venerdì nella stupenda Velia, nell’amibito della kermesse “Velia Teatro” andrà in scena “Il teatro – l’arte – la politica” (Ione) mentre il 16 agosto la replica di “Le vie della ricerca e della critica” (Parmenide e i filosofi di Elea). A Felitto continua per tutto il week end la “Sagra del Fusillo“, occasione perfetta per la degustazione del fusillo cilentano e di quanto di buono si possa degustare nell’entroterra del Parco Nazionale. A Paestum invece, sempre venerdi 14 agosto, Vincenzo Salemme porterà in scena “Bello di Papà” (33 Euro il costo del biglietto per il posto numerato e 27 Euro la gradinata); appuntamento con il balletto il 16 all’arena dei templi con Ballet de Cuba in “Havana de Hoy” (20 euro e 15 euro il prezzo dei biglietti). A Giffoni, per il “Giffoni Teatro”, prosa e musica: “Il Teatro e La Canzone Napoletana” (I Parte: La Compagnia di Gigi De Luca in SIK SIK L’artefice Magico; II Parte: Gianluigi Esposito in CANZONE D’OGNE STAGGIONE). Ricordo lo spendido spettacolo pirotecnico a Positano, in occasione della festa patronale, proprio il 15 agosto, e la “Festa del Boscaiolo” a Calvanico, domenica 16, degustazione di prodotti tipici locali per le vie del borgo, accompagnati dai Bosconauti e l’esibizione degli Spaccapaese, brillanti interpreti di canti contadini e poi …… divano, telecomando, dita incrociate e la Partita ….

a.jpgSì, sarà anche il fine settimana del Derby campano, Napoli – Salernitana, di scena al San Paolo per il terzo turno della Tim Cup. Qualche parolina e considerazione per questo ennesimo derby va detta e fatta.
Sarà possibile assistere al match per i salernitani, soltanto di fronte al proprio televisore. Per motivi di ordine pubblico, infatti è stata proibita la trasferta dei tifosi al seguito della squadra granata in quel di Napoli.
Quindi, aldilà del risultato sul campo, la prima sconfitta, quella più umiliante e cocente per entrambe le città, è proprio questa. Un derby senza le tifoserie perde tutto il gusto ed il fascino dello sfottò, anima di un campanilismo che scema e trova spazio, squallidamente e volgarmente, sulla Rete e sui Forum. Un pre-derby giocato fra insulti di cattivo gusto che arrivano per mezzo di una tastiera e pacchetti di dati che viaggiano per mezzo di un cavo di rete. Ma la cosa che fa più male è che questo lo abbiamo voluto noi tutti, aizzando animi fin troppo suscettibili, fomentando odio e rivalità che troppo spesso sono andati oltre un semplice coro da stadio. Chissà se in futuro ci sarà di nuovo la possibilità di assistere, incitare e soffrire per i propri colori con entrambe le tifoserie allo stadio, con i propri beniamini distanti pochi metri, chissà se potrò tornare a sentire il “Pisciaiuolo” tutto per me che parte dal settore riservato ai tifosi del Napoli, potendoli guardare e contro-ricambiare all’istante con il “Napolecani” tutto tutto per loro…..

3striscNA.jpgVisione utopistica e sognatrice? E perchè no!? Nel frattempo incrocio le dita, riguardo la forma del pallone e mi convinco sempre di più che è sferica. Troppo forte il Napoli di Donadoni, troppo facile per i granata giocare con quest’alibi, troppo snobbato da parte dei cugini il derby (fatto salvo poi puntualmente riempire lo stadio).
L’appuntamento con voi è per lunedì … sperando di poter scrivere il post che ho in mente di scrivere! Se vi parlerò di un argomento leggero, non attinente ad un derby che è andato di scena domenica, allora significherà che la Salernitana ha per…ha perrrrr…. niente! … Non significherà niente! 😀

Salerno Smiling People
FOTO: panoramio.com (edited); live.com; ultrasalerno.it

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.

 

Salerno: non pervenuta ….

italia.it.jpgItalia.it è quel famoso Portale Internet voluto dal Ministero del Turismo, il cui compito sarebbe quello di presentare internazionalmente, come spot promozionale, i luoghi e le meraviglie visitabili in Italia; uno strumento a sostegno del patrimonio storico, artistico, culturale del Bel Paese.
Portale che, ancor prima di essere on-line, suscitò polemiche e dibattiti inerenti soprattutto al suo elevato costo di realizzazione: 58 milioni di euro.
Debuttò on-line un po’ di tempo fa, suscitando l’ira di tanti, poichè risultava essere sgradevole alla vista e alla navigabilità, poverissimo di contenuti e tecnicamente obsoleto per fruibilità e immediatezza. In pratica un strumento che riusciva ad ottenere precisamente il risultato inverso a quello prepostosi: Pubblicità negativa all’Italia.
Poco tempo dopo, fu oscurato, senza neanche preavvisi o comunicati stampa a corredo della sua precoce morte! Pace all’anima sua!
Ma …. venerdì 17 Luglio, in Rete correva voce che il portale fosse resuscitato, con nuova ed accattivante veste grafica! Così, in pausa pranzo, mi ci sono collegato e ho potuto constatare con i miei occhi che questa volta il portatile era addirittura gradevole alla vista! Così, mi ci addentro e vedo la suddivisione in regioni, ognuna con il suo breve video ed una breve descrizione! Clicco Campania (fatelo anche voi), metto in play il video, già pregustandomi le bellezze della mia regione ed osservo ….. Il Vesuvio!! (Beh, famosissimo, ci stà), Napoli (ok! Ci sta! capoluogo di regione e grande storia.. andiamo avanti), Pompei (Giusto! Pompei famosissima), pescherecci, pescatori, pesci e testuggini …… La Reggia di Caserta (stupenda), vicoletti vari, gente varia, San Gregorio Armeno, un bar, la Pizza e il Babbà (…si sono scordati il Mandolino questa volta), le cozze (Riferimento forse a Ciccio?), di nuovo il Vesuvio e Stop ……. mah! forse ero distratto! Decido di riguardarlo, sicuramente mi sarà sfuggito qualcosa! Rimetto in play e …. in effetti, la signorina in piscina che nuotava stile bocconcino di bufala a galla nel siero me la ero persa.
Inizio ad innervosirmi un po’ e mi do alla lettura sul PERCHE’ dovrei visitare la Campania e su cosa ci sia di bello in Campania … bla bla bla e ancora bla bla bla … FINE. A questo punto mi sorge un dubbio: che mi sia perso il passaggio della mia Salerno in Basilicata e che nessuno me lo abbia mai comunicato?
Battute a parte mi chiedo, come è possibile che Salerno e provincia non siano neanche menzionate in un paragrafetto, non dico il video, ma almeno nella descrizione del percorso turistico da fare in Campania? Non ci stò! Ne faccio proprio una questione di mera ignoranza da parte dei professionisti incaricati e responsabili della raccolta informazioni in Campania. Ma scherziamo vero?: E Paestum dove sta? I Templi di Hera, Athena e Nettuno, meritano davvero solo una piccolissima menzione? E dove sono: Il sito Archeologico di Velia, La Certosa di Padula, Il Parco Nazionale del Cilento, il Duomo di Amalfi, il Duomo di Salerno, Il Ponte dei “Diavoli” a Salerno, il Castello Arechi, Cava de’ Tirreni e la sua storia, le Grotte di Castelcivita, Pertosa, Maiori, Minori, Palinuro …. etc. etc. etc. Perchè un turista che viene in Campania (come suggerito dal percorso ideale) arriva fino a Furore, per poi svoltare in direzione di Caserta? E perchè deve andare a vedere i limoni di Procida (con tutto il rispetto), sentirne il profumo, mentre non gli viene suggerito di visitare il borgo antico di San Severino (stupendo)?
Trovo davvero un affronto ai limiti della decenza la pagina che descrive la Campania del portale Italia.it e nello specifico la provincia di Salerno e non ho potuto fare a meno di scrivelo qui. Certo che, 58 milioni di euro di spesa (soldi nostri ovviamente) e non avere neanche la soddisfazione di poter leggere il nome della mia bella Salerno, fa malissimo.
Per oggi vi saluto, con la speranza che nessun turista mai organizzi le proprie escursioni in Campania sulla base di quei suggerimenti.

Salerno Smiling People
Foto: Print Screen da logo Italia.it

concordo fotografico,fotografia,salerno foto,concorso foto salerno,luci d'artista concorso,circolo fotografico colori mediterranei,salerno turismo,iniziative natale 2011,concorso nazionale di fotografia città di salerno,fotografare salerno,salerno luci d'artista

Hai un iPhone o in iPad? Da oggi puoi leggere tutte le News, le curiosità e i post del Blog di Salerno grazie all’App GRATUITA dedicata e scaricabile semplicemente cliccando qui, oppure direttamente sul Logo dell’App.

Diventa anche tu Fan del Blog di Salerno su Facebook. In tanti lo sono già! Ti basterà Cliccare su “Mi Piace” prima di tutti e resterai sempre informato sulle notizie, le curiosità e gli eventi di Salerno e provincia.